Difesa del suolo,1,6 milioni di euro per interventi in Valfreddana

0

VALFREDDANA – Priorità agli interventi di messa in sicurezza dei corsi d’acqua e dei versanti della Valfreddana sia in termini di risposta attiva con progetti specifici di salvaguardia, sia in termini di risorse finanziarie messe a disposizione.

E’ questo l’elemento più significativo emerso dalla riunione odierna (giovedì 18 settembre) svoltasi a Firenze della Conferenza regionale permanente della Difesa del suolo a cui ha preso parte, per la Provincia di Lucca, l’assessore alla difesa del suolo e alla protezione civile Diego Santi.

A seguito della ricognizione sulle risorse regionali complessivamente stanziate attraverso il Documento annuale della Difesa del suolo ma ad ora non spese per una cifra pari ad 1 milione e 600 mila euro, è stato deciso di utilizzare tutte queste risorse per finanziare una parte degli 11 progetti di messa in sicurezza e adeguamento idrogeologico per circa 8 milioni di euro presentati dagli enti competenti: Consorzio di Bonifica Toscana Nord e Comuni di Lucca e di Pescaglia.

Soddisfazione, al termine dell’incontro fiorentino, è stata espressa dall’assessore Santi: “L’eccezionalità dell’evento calamitoso di luglio e, soprattutto, l’entità dei danni causati dal maltempo estivo di quest’anno – commenta – hanno indotto la Conferenza permanente della Difesa del suolo a mettere in cima alla lista degli interventi urgenti della Toscana quelli dedicati alla Valfreddana. Si tratta di una prima risposta immediata da parte della Regione: opere che si aggiungeranno agli interventi di somma urgenza avviati da tutti gli enti e tuttora in corso come quelli sull’alveo del torrente Freddana e sugli attraversamenti della strada provinciale per Camaiore”.

Da sottolineare, infine, che sempre la Conferenza regionale permanente della Difesa del suolo ha dato indicazioni di massima, per il documento del 2015, di dare priorità di finanziamento alle opere di messa in sicurezza non ancora finanziate sul nostro territorio. Le riunioni per la definizione finale del documento si terranno tra ottobre e novembre, con la possibilità di partire coi lavori entro la fine di gennaio del prossimo anno.

 

 

No comments