#DilloaTGregione: “Un rapace legato con la catena, è legale?”

LUCCA – La foto, inviata alla redazione da un lettore di TGregione.it, è stata scattata a Lucca, in Piazza San Michele, ieri alle ore 15.45.  “Ritrae un rapace – ci scrive il cittadino -,  non saprei indicare la specie ( un gufo?, un allocco? un barbagianni? ), legato con una catena”. “Ritengo- aggiunge –  che non sia legalmente possibile detenere tale tipo di animale in questo modo”.

Un pensiero riguardo “#DilloaTGregione: “Un rapace legato con la catena, è legale?”

  • 30 agosto 2016 in 10:43
    Permalink

    Per rispondere direttamente alla domanda: si, è legale.
    È legalissimo detenere rapaci (anellati e con cites) e, in base alle leggi regionali, è possibile portarli in giro esattamente come si fa con i cani. Se poi si ha a disposizione un campo, non serve nemmeno considerare leggi, sul campo privato posso far volare libero o alla filagna qualsiasi rapace notturno e diurno. Forse, prima di fotografare e fare l’indignato, poteva chiedere al proprietario che specie è (gufo bengalese direi..) e come mai è legato in quel modo. Non conoscere un mondo quale è la falconeria non dà il diritto a nessuno di “””ritenere illegale””” qualcosa che, anche se con buchi che gli addetti ai lavori conoscono benissimo, è estremamente legiferata e controllata.
    Confondere poi un Bubo con un Tyto è decisamente buffo….

Lascia un commento