Discoteca non autorizzata, sequestrato un locale

0

PISA –  Nella giornata di ieri, il personale della Divisione Polizia Amministrativa della Questura ha posto sotto sequestro il locale denominato “Bazeel”, sito nel centro cittadino, come disposto dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Pisa, Giuseppe Laghezza, su richiesta del Pubblico Ministero della locale Procura della Repubblica, Flavia Alemi.

Al riguardo, a seguito di diversi controlli espletati sin dal mese dello scorso ottobre, da personale della locale Squadra di Polizia Amministrativa, diretta dal 1° Dirigente, Santi Allegra, si accertava che il locale, seppur munito di licenza per somministrazione di alimenti e bevande, nei giorni del fine settimana si trasformava in locale di pubblico trattenimento e spettacolo effettuando, con cadenza regolare, serate danzanti, ampiamente pubblicizzate sia con locandine che sui social network.

In particolare, gli accertamenti dei poliziotti consentivano di verificare che, a partire dalle ore 23.00 circa, sedie e tavoli venivano spostati ed il locale assumeva le caratteristiche tipiche della sala da ballo, con disc jockey e vocalist sul soppalco, ragazze immagine indossanti la maglia del locale con la scritta Baz Land e l’accensione al soffitto di luci stroboscopiche, con inoltre la presenza all’esterno di buttafuori che regolano l’accesso del pubblico.

Essendo emerso che queste serate danzanti sono state svolte in assenza delle necessarie autorizzazioni di polizia, licenze di pubblico spettacolo, e della relativa agibilità da parte della competente commissione comunale sui locali di pubblico spettacolo, violando così le disposizioni di legge in materia di sicurezza pubblica, la Divisione Polizia Amministrativa della Questura ha proceduto a denunciare alla Autorità Giudiziaria il legale rappresentante della società titolare del locale, per i reati di cui agli artt. 681 c. p., 68 e 80  t.u.l.p.s.   per aver aperto un locale di pubblico spettacolo, trattenimento e ritrovo senza l’osservanza delle prescrizioni dell’Autorità di p.s. a tutela dell’incolumità pubblica, con contestuale richiesta di sequestro del locale

Sulla scorta di quanto accertato, il G.I.P., ritenendo sussistente il grave quadro indiziario prospettato, al fine di impedire la protrazione dell’illecita attività posta in essere, ha emesso un provvedimento cautelare di sequestro preventivo del locale, non in regola con le disposizioni di legge, sotto il profilo della sicurezza e della tutela dell’incolumità pubblica.

 

No comments

*