Dopo il carbone, la protesta della Provincia (dis)occupata cambia rotta

0
MASSA – La protesta dei lavoratori della Provincia (dis)occupata cambia verso dopo presidio Befana. Oggi, alle 15,  si è tenuto un presidio in Piazza Aranci per consegnare il “carbone” della Befana al Presidente del Consiglio dei Ministri Renzi
Dal 18 dicembre, 20 giorni di occupazione H24 delle sedi delle Province hanno accompagnato la discussione sulla legge di stabilità e l’incontro con la ministra Madia. “La nostra lotta – spiega Giuliano Bianchi –  ha costretto il governo a rivedere le tempistiche della legge di stabilità ed in seguito prevedere la proroga dei contratti a tempo determinato, di fatto ammettendo la presenza di grossi errori all’interno della legge di stabilità. I problemi però non sono stati affatto risolti, ma solo rinviati perciò la nostra protesta, diventata di lunga lena, continuerà con lo STATO DI AGITAZIONE PERMANENTE con possibilità di convocazione di presidi, assemblee o qualsiasi forma di lotta. La scelta di cambiare forma di protesta, è dovuta alla volontà di garantire i servizi ai cittadini, che sin dall’inizio della nostra protesta è stata la priorità assoluta”

No comments

*