Droga a fiumi e Squadra Mobile “scatenata”, controlli a tappeto e un arresto

0

LUCCA – La Polizia di Stato, nel corso dei consueti servizi anticrimine, nella serata di ieri ha effettuato un arresto in flagranza in zona S. Anna. Una pattuglia della Squadra Mobile, appostatasi nei pressi di un bar, ha notato due soggetti, un maghrebino ed un italiano, parlottare sulla soglia del bar e poi, senza effettuare consumazioni, il primo usciva lanciando un piccolo involucro ai piedi di un cespuglio. Seguito, pochi secondi dopo, dall’ italiano che raccattava l’ involucro medesimo. Sospettando un flagrante spaccio di stupefacenti, i poliziotti sono intervenuti bloccando entrambi e recuperando l’ involucro, una dose di cocaina del peso di 1,2 grammi. Il maghrebino, identificato per Dbiri El Kouchi, 30enne residente a S. Angelo in Campo è stato tratto in arresto nella flagranza del reato di spaccio di stupefacenti; all’ esito del giudizio per direttissima, celebratosi stamani innanzi al giudice dr. Gerardo Boragine, il medesimo ha patteggiato la pena a 6 mesi di reclusione e 4.000 euro di multa, con i benefici di legge. Da sottolineare che, a seguito di perquisizione presso la propria abitazione, l’ arrestato e la convivente, una italiana 38enne pregiudicata, venivano trovati in possesso di 6 proiettili cal. 38 special, per cui venivano ulteriormente deferiti all’ A.G. per detenzione illegale di munizionamento comune da sparo, in concorso.
Ancora la sezione Narcotici della Squadra Mobile ha effettuato, tra questa e la scorsa settimana, due accessi presso altrettanti istituti scolastici del capoluogo, nell’ ambito dei consueti controlli effettuati con l’ appoggio del nucleo cinofili della Polizia di Stato di Firenze e previamente concordati con le autorità scolastiche. Il primo controllo è stato effettuato presso l’ istituto Tecnico Commerciale “Francesco Carrara” di viale Giusti; qui il cane antidroga “Pando”, nel corso della ispezione al plesso ed alle sue immediate adiacenze, ha rinvenuto 2 dosi di marijuana ed uno “spinello”, nel cortile interno dell’ istituto. Evidentemente qualche studente, impaurito delle conseguenze, alla vista del cane poliziotto ha pensato bene di disfarsi della droga gettandola dalle finestre. Il cane poliziotto ha colpito nel segno anche all’ Istituto Agrario di Mutigliano, dove all’ interno di un bagno ha scovato, abilmente occultato, un contenitore con all’ interno ben 10 dosi di hashish pronte per essere spacciate, per un peso complessivo di oltre 15 grammi. Sono state avviate le indagini per risalire allo studente-spacciatore. Anche in questo caso il preside ha ringraziato la Polizia, sottolineando l’ importanza di controlli del genere per prevenire l’ abuso di sostanze illegali e dannose per l’ organismo.

No comments

*