Droga, prodotti contraffatti e lavoro nero: la GdF denuncia 5 persone

0

FIRENZE – In vista delle prossime festività natalizie, il comando Provinciale della Guardia di Finanza di Firenze ha intensificato, su più fronti, la lotta alla produzione e commercializzazione di prodotti contraffatti nonché all’uso e spaccio di sostanze stupefacenti.
Da un lato gli interventi ispettivi interessano i capannoni dove operano ditte cinese, dall’altro i controlli sono indirizzati a contrastare la vendita di merce contraffatta nel centro storico del capoluogo toscano nonché lo spaccio di sostanze stupefacenti.

Nel primo caso, un controllo congiunto dei finanzieri del Gruppo di Firenze, dei Carabinieri, dei funzionari dell’Azienda Sanitaria fiorentina, della Direzione Territoriale del Lavoro e della Polizia Municipale di Scandicci ha interessato un capannone ubicato nella zona industriale di Scandicci, che ospita 6 ditte gestite da imprenditori di etnia cinese, che operano nel settore della produzione di borse e accessori per l’abbigliamento.
All’interno dell’immobile sono stati trovati intenti al lavoro 73 operai cinesi, di cui, all’esito dei controlli eseguiti, 12 sono risultati completamente a nero e 24 irregolari. Sono stati emessi, da parte della DTL di Firenze, 2 provvedimenti di sospensione dell’attività imprenditoriale per “impiego di personale non risultante dalla documentazione obbligatoria in misura pari o superiore al 20% del totale dei lavoratori presenti sul luogo di lavoro all’atto del controllo” (art. 14 d.lgs. 81/2008).

Accertate, da parte dell’ASL fiorentina, carenze dei requisiti di sicurezza dei macchinari adoperati per la produzione e degli impianti di aspirazione per l’utilizzo del mastice, oggetto di successive sanzioni amministrative.

Il rappresentante legale (di nazionalità italiana) di una società è stato denunciato per contraffazione in quanto trovato in possesso di 4 punzoni dei marchi “The Bridge” e “Brunello Cucinelli”

Nello stesso tempo, i controlli dei finanzieri del Gruppo di Firenze nel centro storico fiorentino hanno portato ad individuare, presso il mercato di San Lorenzo, una persona di nazionalità senegalese che vendeva orologi di note marche contraffatti (Rolex – Tag Heuer – Frank Muller – Panerai – Bulgari – Omega – Gucci – Armani – Cartier – Frank Muller – IWC). La successiva perquisizione presso l’abitazione del senegalese ha permesso di rinvenire altri orologi contraffatti nonché penne “Montblanc” sempre “tarocche”. Sequestrati complessivamente 84 oggetti. Il senegalese è stato denunciato all’autorità Giudiziaria fiorentina per i reati di importazione e commercio di prodotti contraffatti.

I controlli volti al contrasto dello spaccio ed uso personale di sostanze stupefacenti, eseguiti sempre nel centro storico fiorentino meta di turisti e giovani frequentatori di locali, hanno portato alla denuncia di 3 persone (di nazionalità gambese, tunisina ed albanese tutti con regolare permesso di soggiorno) per spaccio di sostanze stupefacenti. Sequestrati complessivamente 36 gr di hashish, 3,2 gr di marijuana, uno spinello ed un coltello a serramanico.
Segalate alla Prefettura di Firenze 5 persone per uso personale di sostanze stupefacenti e sequestrate, complessivamente, 9 gr di hashish e 5 gr di marijuana.
Una persona di nazionalità senegalese è stata denunciata in quanto durante il controllo non era in possesso di regolare documento per la permanenza sul territorio nazionale. Lo stesso è stato sottoposto ai rilievi fotodattiloscopici e segnaletici per accertarne l’identità.
Il piano di controllo del territorio, soprattutto del capoluogo toscano, pianificato dalle fiamme gialle fiorentine proseguirà anche nei prossimi giorni.

No comments

*