Edilizia scolastica, approvate le 7 domande di finanziamento

0

LUCCA – La Provincia di Lucca potrà intervenire nei prossimi mesi per riqualificare, adeguare e sistemare alcune palestre delle scuole superiori di propria competenza: a Lucca, in Valle del Serchio e in Versilia.

Le sette domande della Provincia relative ad altrettanti progetti per i quali era stato richiesto il finanziamento necessario sono stati tutti approvati nell’ambito del bando del Credito sportivo denominato “500 palestre”. In totale si tratta di 1 milione e 750 mila euro che saranno ottenuti grazie a mutui decennali o quindicinali a tasso zero per ciascun progetto fino alla soglia di 150mila euro, e a mutui a tasso superagevolato (solo lo 0,8% di interessi) per la quota eccedente.

L’ottimo risultato ottenuto dalla Provincia è stato reso noto oggi (20 marzo) nel corso di una conferenza stampa svoltasi a Palazzo Ducale, dal presidente della Provincia di Lucca Stefano Baccelli, dall’assessore provinciale all’edilizia scolastica Mario Regoli e dall’arch. Francesca Lazzari, dirigente del Servizio edilizia scolastica, nonché responsabile dell’area coordinamento territorio e infrastrutture.

Le scuole che saranno oggetto di interventi nelle palestre nei prossimi mesi sono l’ITC “Carrara” di Lucca per la riqualificazione, l’impermeabilizzazione degli spazi dedicati alle attività sportive (300mila euro); il liceo scientifico “Vallisneri” di Lucca per la messa in sicurezza e l’impermeabilizzazione delle coperture (300mila euro); l’ISI di Barga per la riqualificazone delle coperture e per l’efficientamento energetico della palestra (390mila euro); il “Campedelli-Galilei” di Castelnuovo Garfagnana per la realizzazione di un’area polivalente all’aperto a completamento dell’attuale zona per le attività sportive (145mila euro); in Versilia le palestre sui cui interverrà la Provincia sono quella dell’istituto “Chini” di Lido di Camaiore per opere di adeguamento normativo e di impermeabilizzazione della copertura (240mila euro); e l’ITC “Piaggia” di Viareggio per la riqualificazione e il contenimento energetico della corpo palestra (350mila euro).

Il presidente Baccelli sottolinea “quanto sia necessario intervenire per sistemare, oltre che le strutture scolastiche che accolgono le classi e i laboratori, anche le palestre delle scuole superiori. Molte delle quali sono state costruite tra la fine degli anni ’60 e ’70 e che ogni giorno, oltre che dagli studenti, vengono utilizzate dagli atleti delle numerose società del territorio per gli allenamenti di varie discipline sportive”.

Dopo la riapertura dei termini del Bando del Credito Sportivo “500 palestre”, la Provincia è in attesa di sapere se è stato approvato anche il progetto per l’ampliamento della palestra dell’ITI Galilei di Viareggio. Un ampliamento che consentirebbe alla struttura di ospitare l’attività delle associazioni sportive viareggine. Il progetto ha un importo complessivo di ben 800mila euro.
Quasi 10 milioni di euro per 11 progetti di ricostruzione, ampliamento, riqualificazione, adeguamento e messa in sicurezza di 9 scuole superiori sul territorio provinciale. A tanto ammonta il contributo che la Provincia di Lucca ha formalmente chiesto alla Regione Toscana attraverso l’ultimo bando sull’edilizia scolastica. A seguito della proroga dei termini e dell’ampliamento del numero dei progetti candidabili, l’ufficio tecnico della Provincia, oltre agli originari otto progetti, ha curato la redazione di altri tre progetti che portano ad oltre 12,3 milioni di euro l’investimento complessivo delle proposte progettuali.

Gli istituti selezionati dall’assessorato provinciale all’edilizia scolastica per questo ultimo bando finalizzato alla formazione della graduatoria regionale in base alla quale le Regioni saranno autorizzate a stipulare mutui con oneri di ammortamento a carico dello Stato per interventi straordinari su immobili pubblici adibiti all’istruzione scolastica sono: l’Isi di Barga, l’Iti Fermi di Lucca, il Passaglia di Lucca (sede di via Fillungo), il Marconi di Viareggio, l’Itc Carrara di Lucca, il liceo Majorana di Capannori, l’ITA Busdraghi di Mutigliano (Lucca) il liceo Vallisneri di Lucca e la nuova sede del Liceo Musicale Passaglia in una porzione dell’ex convento di S. Agostino a Lucca.

“Abbiamo predisposto un piano straordinario di investimenti sugli immobili scolastici di proprietà pubblica – ha spiegato il presidente Baccelli – che, per la Provincia di Lucca, va a potenziare il piano di investimenti 2013-2015 del valore di 11,6 milioni che era stato cofinanziato col contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca per circa 9,3 milioni i quali, affiancati ai quasi 10 milioni di adesso chiesti alla Regione e ai 2,5 milioni di euro per le palestre (1,7 sicuri, il resto in fase istruttoria) portano l’investimento complessivo attuale sugli edifici scolastici ad oltre 24 milioni di euro. Dopo tanti anni di assenza di finanziamenti statali, la decisione del Governo di investire nuovamente sull’edilizia scolastica, attraverso un grande piano di programmazione triennale per il quale le Regioni formuleranno le graduatorie dei progetti che avranno accesso al contributo, è un’occasione di grande interesse per l’amministrazione provinciale. In questi ultimi anni l’ente di Palazzo Ducale ha dedicato un’attenzione di particolare rilievo al risanamento e alla messa in sicurezza degli edifici scolastici che gestisce. Considerato che il bando regionale premia la eventuale presenza di co-finanziamenti sia di natura privata che pubblica, la disponibilità delle risorse del piano della FCRL si è rilevata doppiamente strategica perché ci consente di co-finanziare alcuni degli interventi che abbiamo deciso di presentare, in un’azione sinergica di sicuro interesse”.

L’assessore Regoli ha sottolineato che “Si tratta di progetti di livello esecutivo e immediatamente cantierabili. Qualora questi progetti siano inseriti in posizione utile all’interno della graduatoria che la Regione stilerà, i cui esiti saranno resi noti entro fine aprile, si potrà procedere con le gare di appalto per avviare i lavori all’inizio della stagione estiva”.
Ecco in dettaglio, gli interventi per i quali la Provincia ha deciso di presentare domanda di contributo per la ristrutturazione, adeguamento e messa in sicurezza. Ma fra i progetti ci sono anche interventi di ri-edificazione, laddove le valutazioni tecnico-economiche hanno rilevato che un intervento di ristrutturazione non risulti vantaggioso.

ISI BARGA (3,7 milioni di euro di importo totale) – 2 progetti.

Si tratta dell’intervento di demolizione e ricostruzione del blocco “A” del plesso scolastico da destinare alla sede dell’Istituto Alberghiero.
L’intervento si rende necessario per ospitare il crescente numero di studenti e per disporre di una sede adeguata alle moderne esigenze di un istituto alberghiero; inoltre, per garantire il completo adeguamento della scuola alla normativa sismica in un comune classificato in zona 2 (ossia con sismicità medio-alta).
Il nuovo edificio, più grande dell’attuale, sarà realizzato con materiali ad alta sostenibilità ambientale e adeguati dal punto di vista sismico. Nel progetto è prevista anche l’installazione di un impianto fotovoltaico integrato nella copertura, così come di un impianto wireless per il collegamento in Rete di tutti gli spazi scolastici.
L’intervento prevede di realizzare nuove aule di dimensioni adeguate al numero di studenti iscritti, nuovi laboratori linguistici, di informatica oltre che laboratori specifici per il corso di studi alberghiero. Per l’intervento sono già stati acquisiti tutti pareri favorevoli del Comune, della ASL e dei Vigili del Fuoco. Trattandosi di un intervento assimilato ad una nuova costruzione, il bando prevede un contributo massimo di 2 milioni per ciascun lotto funzionale. Essendo stato quantificato in 3,7 milioni di euro il costo totale dell’intervento, la Provincia ha elaborato 2 progetti esecutivi di altrettanti due lotti funzionali rispettivamente di 2 milioni e di 1,7 milioni e sul bando regionale sono stati presentati entrambi i progetti, richiedendo il contributo per l’intero importo.
ITC “CARRARA” DI LUCCA (1,4 milioni di euro di importo).

Il progetto prevede opere di ristrutturazione di un’ala della scuola: quella più vicina alla palestra, per il quale si rendono necessari interventi di miglioramento sismico e di riqualificazione energetica e funzionale. Si tratta di un lotto funzionale dell’intero intervento di riqualificazione del plesso scolastico, finalizzato a incrementare le risorse già rese disponibili dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca (2,2 mil.) che non sono sufficienti a completare la ristrutturazione dell’intero edificio.
Le opere di miglioramento sismico consistono nella realizzazione di setti esterni controventanti in cemento armato con la funzione di assorbire le eventuali azioni sismiche. Conseguentemente, anche per risolvere le rilevanti criticità dovute al calcestruzzo a faccia vista fortemente ammalorato, è prevista la messa in opera di un rivestimento esterno in materiale isolante avente il compito di conferire all’involucro edilizio una forte efficienza energetica e tale da rinnovare completamente la connotazione architettonica. L’intervento ha già acquisito il parere favorevole del Comune, della Commissione per il paesaggio e della Soprintendenza.
Dal punto di vista della distribuzione funzionale, l’intervento prevede una riorganizzazione degli spazi e in particolare dei blocchi dei servizi igienici, della scala di emergenza e dell’ascensore che vengono inseriti ex-novo, con il rifacimento degli impianti connessi ai lavori di adeguamento sismico.
E’ prevista, infine, l’implementazione della dotazione del sistema di connessione, mediante rete wireless, che riguarda l’intero edificio. Considerato che si tratta di un intervento per il quale il bando regionale prevede un contributo massimo di 700mila euro, il co-finanziamento della somma di 700mila euro è assicurato dal contributo già disponibile della FCRL.

“PASSAGLIA” DI LUCCA (940mila euro di importo).

Il progetto della Provincia riguarda il restauro delle facciate e degli infissi dell’edificio di rilevante valore storico ed architettonico che ospita il Liceo Artistico, che prospettano su via Fillungo e sul giardino retrostante. Si prevede il restauro dell’intonaco e delle pietre che ornano la facciata, nonché degli infissi per eliminare il pericolo per il possibile distacco. Il rifacimento degli infissi comporterà anche un miglioramento dell’efficienza energetica. E’ prevista, inoltre, la manutenzione del tetto con la sostituzione del manto di copertura, dei canali di gronda e dei discendenti. Inoltre l’intervento prevede lo spostamento della centrale termica nel giardino sul retro dell’edificio come previsto dall’esame di progetto approvato dai VVF. Sull’intervento è già stato acquisito il parere favorevole del Comune, della Commissione del paesaggio e della Soprintendenza. Considerato che si tratta di un intervento per il quale il bando regionale prevede un contributo massimo di 700 mila euro, il co-finanziamento è assicurato per 180mila euro con il contributo già disponibile della FCRL e per altri 60mila euro con fondi propri che la Provincia si è impegnata ad investire in caso di ammissione.

LICEO “MAJORANA” DI CAPANNORI (800mila euro di importo)

L’intervento prevede la sopraelevazione del blocco di aule recentemente realizzato in ampliamento dell’dificio della scuola di Capannori. Il progetto consiste nella realizzazione del primo piano, con quattro nuove aule, e del corpo di fabbrica (piano terra e primo) di collegamento fra l’ampliamento e l’edificio esistente destinato ad accogliere il nuovo atrio di ingresso della scuola superiore dotato di blocco scale e vano ascensore.
L’ampliamento incrementerà la superficie utile ai fini della didattica, ma consentirà anche di migliorare la dotazione dei servizi igienico sanitari (anche per i diversamente abili), e di incrementare la sicurezza degli utenti ai fini dell’evacuazione mediante la costruzione di una scala esterna di emergenza opportunamente schermata.
Nel progetto è prevista, inoltre, la dotazione di un sistema di connessione, mediante rete wireless, che riguarda l’intero edificio. L’intervento, che è un completamento del primo lotto a piano terra già realizzato dalla Provincia nel 2011, è già in possesso di tutte le autorizzazioni necessarie. Considerato che si tratta di opere per le quali il bando regionale prevede un contributo massimo di 700mila euro, la Provincia si è impegnata a co-finanziare il progetto con 100mila euro di fondi propri in caso di ammissione.

ITI “FERMI” DI LUCCA (965mila euro di importo)

L’intervento punta al miglioramento degli standard di sicurezza ed igienico sanitari dei locali didattici dell’edificio principale che sono stati interessati da importanti infilitrazioni di acque meteoriche. Sarà attuato, infatti, un intervento coibentazione ed impermeabilizzazione della copertura che consentirà quindi anche un sostanziale efficentamento ed un conseguente risparmio energetico. Si prevede, inoltre, un intervento di messa in sicurezza delle facciate con particolare riferimento a porzioni di cemento armato a faccia vista ammalorato e a rischio di distacco nonché ai sistemi oscuranti in larga parte deteriorati ed instabili che verranno completamente sostituiti. Infine si completeranno alcune opere previste nell’esame di progetto presentato ai VV.F. ai fini della prevenzione incendi. Trattandosi di un intervento per il quale il bando regionale prevede un contributo massimo di 700mila euro, il co-finanziamento di 265mila euro è assicurato dal contributo già disponibile della FCRL.

I.T.A. “BRANCOLI-BUSDRAGHI” DI MUTIGLIANO (1,4 milioni euro di importo) – 2 progetti.

La Provincia prevede di attuare l’intervento mediante la ristrutturazione della palazzina denominata “ex-Cori” che attualmente ospita sia le aule dell’Agrario, sia della scuola media e che è destinato ad ospitare, una volta completamente ristrutturato anche con gli edifici limitrofi, tutto il corso di studi dell’Istituto Tecnico Agrario. Anche per questo edificio sono previsti due lotti funzionali che consentirebbero una ristrutturazione totale della palazzina i cui costi sono stati stimati in complessivi 1,4 milioni di euro.
Il primo lotto funzionale, del valore di 900 mila euro, prevede il risanamento della copertura, un intervento di coibentazione delle facciate, il completo rifacimento degli infissi, una riorganizzazione funzionale del primo piano, la realizzazione di una scala di emergenza e di un vano ascensore, il consolidamento del solaio di calpestio del primo piano con installazione di impianto radiante e nuova pavimentazione, rifacimento dei bagni, degli impianti elettrico e di sicurezza, la bonifica di una piccola porzione di copertura in amianto. Considerato che si tratta di un intervento per il quale il bando regionale prevede un contributo massimo di 900mila euro, la Provincia si è impegnata a co-finanziare i lavori con risorse proprie (200mila euro) in caso di ammissione del progetto.
Il secondo lotto funzionale, del valore di 500 mila euro, prevede la ristrutturazione del piano terra con caratteristiche analoghe a quelle del piano primo comprendendo il risanamento dei solai, installazione di pavimento radiante, rifacimento dei servizi igienici, degli impianti elettrico e di sicurezza, nuovi infissi e atrio di ingresso. Per questo lotto è richiesto il contributo per l’intero importo di 500 mila euro. Sull’intervento è già stato acquisito il parere favorevole del Comune, della Commissione del paesaggio e della Soprintendenza.

“MARCONI” EX COLLEGIO COLOMBO DI VIAREGGIO (1 milione e 20mila euro di importo)

Si tratta di un progetto di restauro e risanamento dell’edificio, classificato di valore storico-architettonico, che prevede una razionalizzazione degli spazi didattici interni: si prevede lo spostamento delle cucine dal piano seminterrato al piano rialzato al fine di risolvere la criticità legata alle frequenti infiltrazioni di acqua piovana. A seguito della diversa collocazione delle cucine, sarà realizzata una diversa distribuzione interna con integrazione dei laboratori, la riqualificazione del piano secondo con la creazione di nuove aule didattiche, il miglioramento energetico di tutti gli infissi dell’edificio, la riqualificazione e messa in sicurezza degli spazi esterni utilizzati dagli studenti, nonché un intervento di rifacimento dei canali di gronda e dei discendenti. Per l’intervento è già stato acquisito il parere favorevole della Soprintendenza.
Considerato che si tratta di un intervento per il quale il bando regionale prevede un contributo massimo di euro 700 mila, la Provincia si è impegnata a co-finanziare la somma di 320mila euro in caso di ammissione.

LICEO “VALLISNERI” DI LUCCA. PALESTRA GRANDE (Importo totale 700mila euro)

Le opere previste riguardano la ristrutturazione della palestra grande della scuola di via delle Rose a S. Anna con un intervento di miglioramento sismico della struttura, il rifacimento della copertura che sarà coibentata e impermeabilizzata, il rifacimento dell’involucro esterno e degli infissi che prevederà l’eliminazione dei vecchi pannelli prefabbricati e la sostituzione con nuovi elementi di tamponamento esterno in grado di garantire una maggiore prestazione di efficienza energetica. Inoltre sono previsti: il risanamento del blocco spogliatoi e servizi igienici, oggi fortemente ammalorati a causa delle copiose infiltrazioni di acqua piovana, il rifacimento completo dei servizi igienici e delle docce, l’installazione di nuovo sistema di riscaldamento e di nuovo impianto di illuminazione. Per questo progetto viene richiesto il contributo per l’intero importo della proposta.

EX CONVENTO DI S.AGOSTINO. NUOVA SEDE DEL LICEO MUSICALE PASSAGLIA (1,4 milioni di euro)

Si tratta del restauro della porzione del compendio immobiliare dell’ex convento di S.Agostino per la quale la Provincia ha recentemente sottoscritto l’atto di concessione con la Direzione Regionale del Demanio. Il progetto riguarda il rifacimento dei locali al piano terra e al primo piano con realizzazione di aule per la didattica e numerosi laboratori per la pratica strumentale e la musica d’insieme. Le condizioni del manufatto richiedono un intervento che interessa il rifacimento della copertura mediante realizzazione di interventi di consolidamento e messa in sicurezza delle strutture lignee principali, realizzazione di pacchetto di coibentazione e impermeabilizzazione, inserimento di un vano ascensore, il completo rifacimento degli impianti termosanitari, elettrici e di sicurezza, il rifacimento degli infissi ad elevato isolamento termico ed acustico. Sull’intervento è già stato acquisito il parere favorevole del Comune, della Commissione del paesaggio e della Soprintendenza oltre che dei VVFF mediante indizione della conferenza dei servizi.

No comments

*