Enrico Rossi e la “rivoluzione”: ” Toscana più leggera, taglieremo il 10% dei dipendenti”

0

FIRENZE – Sarà una “rivoluzione”, con una riorganizzazione dell’intera macchina regionale, e una riduzione di circa il 10% del personale, sanità compresa, ricorrendo ai prepensionamenti. E’ quanto annunciato dal presidente della Toscana Enrico Rossi, per fare fronte ai tagli a livello nazionale che quest’anno, secondo le stime regionali, “ammontano a 444 milioni di euro”. La riduzione partirà “dai dirigenti, in tutti i settori, in tutte le aziende, in tutti gli enti della Regione Toscana”-  ha detto Rossi che sulla sua pagina Facebook scrive: “Nel 2015 arriveranno in Toscana 444 milioni in meno dallo Stato. Per evitare tagli ai servizi e agli investimenti faremo una grande riforma dell’amministrazione, con 3 pilastri:
1. ridurremo da 16 a 3 le Asl (più il Meyer) e riorganizzeremo l’offerta per area vasta: sarà una rivoluzione della qualità;
2. ridurremo i dirigenti da 139 a 80 e di 220 la struttura: una grande operazione di dimagrimento con l’obiettivo, nel giro di 2 anni, di aprire ai più giovani l’accesso con concorsi in Regione;
3. usciremo dalla gestione da tutte le aziende partecipate, ma continueremo a sostenere gli investimenti.

“Costruiremo- precisa il governatore della Toscana – una regione più leggera con meno dirigenti, meno dipendenti, “meno grasso” ma con più qualità dei servizi e più investimenti a sostegno delle imprese e del lavoro”

No comments

*

Ruba in chiesa durante la messa

PISA – Era in corso la funzione religiosa ed alcuni avevano fatto caso all’uomo moldavo che spesso si metteva fuori dalla chiesa di San Torpè ...