Evade, commette lo stesso reato e torna in manette

0

MONSUMMANO TERME – Evade dalla detenzione domiciliare alla quale era stato sottoposto dopo una condanna per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale e, sorpreso dai carabinieri commette lo stesso reato.
E’ accaduto nella cittadina termale ieri pomeriggio, quando A.G, 35enne pregiudicato residente a Pieve a Nievole, è stato sottoposto a controllo da una pattuglia della Stazione di Monsummano mentre girava a piedi nelle adiacenze di via Matteotti in evidente stato di ebbrezza alcolica. Il pregiudicato, avrebbe dovuto trovarsi nella sua abitazione dalla quale è autorizzato ad assentarsi alcune ore la mattina per le mere ed indispensabili esigenze di vita, ove sta scontando una condanna per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale inflittagli per avere aggredito i militari di una pattuglia sempre a Monsummano nel febbraio del 2014, che lo stavano controllando all’interno di un locale pubblico mentre, anche in quel caso completamente ubriaco, stava infastidendo gli altri avventori. L’uomo, nell’episodio di ieri, nel tentativo di sottrarsi al controllo ha spintonato più volte i militari che, dopo averne contenuto le intemperanze, hanno prima formalizzato nei suoi confronti una denuncia per evasione e resistenza a pubblico ufficiale e, successivamente su disposizione del P.M. di turno, lo hanno riaccompagnato presso il proprio domicilio in attesa della direttissima odierna.

No comments

*