“Fai del mare la tua professione”, parte l’iniziativa al Nautico di Viareggio

0

VIAREGGIO – Una buona formazione è indispensabile nella ricerca di un impiego, un’ottima preparazione aiuta, ma una professionalità mirata e specifica è determinante ed è proprio questo l’obiettivo del ciclo di seminari “Fai del mare la tua professione” rivolto agli studenti dell’Istituto di Istruzione superiore “Galilei – Artiglio”, ma aperti anche al pubblico, che sarà presentato nel corso della conferenza di apertura in programma venerdì 27 febbraio, alle 11, nell’aula magna dell’Istituto Nautico “Artiglio” di Viareggio.

L’iniziativa è promossa dal Servizio politiche comunitarie della Provincia di Lucca in collaborazione con l’assessorato provinciale alla formazione, all’istruzione e alle politiche del lavoro guidato da Mario Regoli e il Servizio Formazione e Lavoro della Provincia di Lucca. Gli appuntamenti didattico-formativi – 5 seminari nel mese di marzo rivolti agli studenti del nautico, 2 per ciascun indirizzo della scuola, con relativi tirocini – sono finanziati attraverso il progetto SERENA II.

Per gli studenti non si tratterà solo di approfondire le conoscenze e di assistere a lezioni di esperti del settore, ma di acquisire quelle competenze che non sono incluse nel percorso didattico standard e che, una volta acquisite, realizzano il profilo professionale che le aziende necessitano.
I seminari, infatti, sono stati costruiti sulla misura di una duplice necessità: quella dei ragazzi che stanno per concludere il percorso di studi e quella del mercato, che si evolve in maniera così veloce da domandare figure professionali sempre più specifiche, che solamente percorsi ad hoc possono creare. Contribuire a rinnovare e a promuovere nuove professioni del mare è uno degli obiettivi del progetto europeo SERENA II, con cui il percorso di seminari e stage è stato finanziato, che vede infatti tra le sue attività anche un software di matching domanda – offerta di lavoro per il settore nautico, un programma aggiornato sui nuovi profili professionali in cui confluiscono i bisogni delle aziende, su cui le agenzie formative modulano i corsi di aggiornamento.

“Grazie al progetto europeo – spiega l’assessore provinciale Regoli – siamo riusciti ad organizzare questa serie di seminari che forniranno agli studenti dell’Artiglio un’opportunità formativa in grado di aiutarli ad orientarsi verso le nuove esigenze del mercato della nautica. Un’occasione importante, quindi, di approfondimento delle nozioni imparate ma soprattutto di un confronto con professori e relatori autorevoli che consentirà agli studenti di conoscere direttamente alcuni contesti lavorativi coerenti con il percorso di studi attraverso stage di durata variabile”.

I seminari si terranno il 4, il 9, l’11, il 13 e il 23 marzo e spazieranno da argomenti quali lo sviluppo innovativo di “porti-sistema” alle nuove strategie per la riparazione, la trasformazione e la manutenzione delle imbarcazioni, dalle nuove tecnologie informatiche riservate al settore, fino alla cartografia elettronica passando per la creatività, il marketing e il design. Da marzo a luglio compreso si terranno i tirocini e gli stage formativi degli studenti che saranno impegnati su alcune imbarcazioni, sui traghetti di compagnie italiane e francesi, nei cantieri navali dell’area transfrontaliera.

L’incontro di venerdì 27 febbraio, che vedrà come moderatore il dirigente scolastico dell’Artiglio Nadia Lombardi, sarà aperto dai saluti istituzionali dell’assessore provinciale Regoli, a cui seguiranno gli interventi del dirigente del servizio istruzione, formazione e lavoro della Provincia Stefano Nicolai, di Monica Lazzaroni (Ufficio Politiche Comunitarie), di Iacopo Cavallini (Università di Pisa), di Sabina Stefani (Regione Toscana) e di Elena Amadei (responsabile Centro per l’Impiego della Versilia). Dopo il question time riservato agli studenti le conclusioni della giornata affidate alla presidente Nadia Lombardi. L’iniziativa, nel suo complesso, si concluderà a maggio con un convegno di livello internazionale di cui saranno forniti programma e dettagli successivamente.
Cos’è il progetto SERENA II

SE.Re.Na è l’acronimo di SErvices pour l’education, la formation et l’emploi: deux REseaux pour le NAutisme, progetto finanziato dal Programma Operativo “Italia Francia Marittimo” che unisce la Provincia di Lucca coi partner quali le Provincia della Spezia (capofila), Pisa e Sassari, le Agenzie Regionali del Lavoro della Sardegna e della Liguria, e i partner corsi Pôle Emploi e la Chambre de Métiers et de l’Artisanat de la Corse du Sud (Ajaccio). Il progetto è nato in particolare per migliorare gli strumenti volti a facilitare l’incontro tra domanda e offerta di lavoro attraverso una serie di azioni tra cui anche un osservatorio permanente dei fabbisogni formativi nel settore della nautica.

No comments

*