Ferito e esanime accanto alla sua auto, giallo a Ponte San Pietro

0

LUCCA – Letizia Tassinari – Giallo a Ponte San Pietro. Un incidente stradale? Un’aggressione?

Mancavano pochi minuti alle 8 quando il titolare della ex Casina Rossa, Maurizio Vangone,  nell’aprire le piscine, lungo il fiume Serchio, ha visto, sdraiato in terra, privo di sensi e ferito, accanto alla sua auto, una  Volkawagen Cabrio scura, il corpo di un uomo e ha subito chiamato i soccorsi.

unnamed

Sul posto, oltre ad un’ambulanza del 118 che ha trasportato il ferito al pronto soccorso dell’ospedale San Luca di Lucca, sono confluite le pattuglie del Radiomobile con lo stesso comandante, capitano Lorenzo Angioni, per i rilievi del caso e ricostruire quanto accaduto, con ogni probabilità durante la notte.

L’uomo, un 44enne di Lucca, del quale però i militari dell’Arma di Cortile degli Svizzeri non hanno ancora reso note le generalità, è stato  trasferito all’ospedale di Pisa: traumi al volto e una ferita alla gamba, questo il referto medico,  ma non è in pericolo di vita.

La testimonianza del ferito, appena si sarà ripreso, – attualmente è sedato, tenuto in coma farmacologico, a seguito delle fratture al cranio molto estese – sarà basilare per capire cosa sia accaduto. Anche se, da quanto trapelato, i carabinieri hanno gia’ individuato, dalle immagini delle telecamere di video sorveglianza, fornite dallo stesso Maurizio Vangone agli inquirenti, chi sarebbero gli aggressori.

No comments

*