Fermati al casello di Carrara, in auto avevano il bottino provento di un furto

0

MASSA CARRARA – Una pattuglia della Sottosezione Polizia Stradale di Viareggio, nell’ambito del potenziamento dei servizi di prevenzione in occasione delle festività natalizie, disposti negli appositi piani dal Prefetto e dal Questore di Lucca, tra i caselli di Sarzana e Carrara, sull’autostrada A/12, notava un’autovettura Fiat Panda, che procedeva in direzione Livorno, con due persone a bordo, le quali, alla vista della pattuglia iniziavano a mostrare segni di nervosismo.  L’auto veniva fatta uscire dall’autostrada al casello di Carrara e gli agenti provvedevano al controllo delle persone e del veicolo. I due uomini, identificati per T.E. di anni 37 e D.M. di anni 30, entrambi di nazionalità albanese ed entrambi residenti in provincia di Caserta, si mostravano da subito reticenti al controllo, a seguito del quale, venivano colti in possesso di diversi orologi di pregio, monili e buoni fruttiferi postali intestati a una persona di cittadinanza italiana. Abilmente celato all’interno della fodera della giacca di uno dei due uomini, veniva rinvenuto anche un orologio da donna. In merito al possesso di quanto rinvenuto, i due uomini non erano in grado di fornire alcuna spiegazione, né erano in grado di mostrare alcuna documentazione comprovante l’acquisto.
Nella prima mattinata seguente, si riusciva ad accertare che parte di quanto rinvenuto era stato asportato a seguito di furto in abitazione avvenuto il 28 novembre scorso, in Quiliano (SV) e pertanto, i due cittadini albanesi venivano denunciati per ricettazione in concorso, il materiale veniva sequestrato e sono ancora in corso ulteriori accertamenti volti a risalire ai legittimi proprietari di quanto rinvenuto.

No comments

*