Fermato al bar della stazione: doveva espiare una pena, ammanettato finisce in cella

0

AREZZO – Il personale Polfer impegnato in servizio di vigilanza scalo ferroviario di Arezzo procedeva all’identificazione di un avventore del bar di Stazione: N.M., di anni 45 – di Montemignaio che alla vista degli operatori Polfer mostrava chiari segni di nervosismo con sicure intenzioni di eludere un eventuale controllo; oltretutto si presentava camuffato con cappellino in testa e cappuccio del giubbotto calzato; gli stessi operatori riconoscevano comunque nel soggetto un individuo che circa due anni fa venne tratto in arresto per Ordine di Carcerazione per espiazione pena.
Identificato lo stesso, ad un approfondito controllo ai terminali, risultava inserito con svariati precedenti di polizia inerenti gli stupefacenti e reati contro il patrimonio ed inoltre un provvedimento di Ordine di Esecuzione di Espiazione di pena detentiva a seguito di revoca dell’affidamento in prova, emesso il 10 novembre u.s dal Tribunale di Sorveglianza di Firenze, per espiare la pena residua di 1 anno, 4 mesi e 28 giorni.
Gli operatori Polfer, dopo averne accertato l’esatta identità tramite il fotosegnalamento presso il Gabinetto Provinciale di Polizia Scientifica, davano esecuzione a detto provvedimento e, dopo i dovuti accertamenti, associavano l’arrestato alla Casa Circondariale di Arezzo a disposizione delle Autorità Giudiziarie competenti.

No comments

*