Fermato per un “colpo”, viene riconosciuto da una vittima di violenza sessuale

0

FIRENZE – La polizia ha fermato un 21enne marocchino accusato del reato di violenza sessuale ai danni di una giovane e ritenuto responsabile di una rapina ad una minorenne.

L’episodio relativo alla violenza sessuale – denunciato in Questura – sarebbe avvenuto mercoledì notte in viale dei Mille dove la vittima, una ragazza di 25 anni, ha raccontato di essere stata avvicinata da un giovane magrebino mentre stava passeggiando in bicicletta con un amica.

Lo straniero, anch’egli in bicicletta, dopo averle speronate entrambe e fatte cadere intenzionalmente a terra, si sarebbe avventato sulla 25enne infilandole la mano dentro i pantaloni.

Le grida delle due ragazze hanno messo in fuga l’aggressore ricercato dalle forze dell’ordine.

La sera successiva le volanti sono poi intervenute in via Pistoiese dove questa volta una 14enne di nazionalità cinese è stata rapinata, di catenina e cellulare, da una coppia di magrebini.

Il padre della minore, testimone del fatto, non è riuscito ad impedire la rapina ma ha chiamato subito il 113.

Le volanti hanno così individuato uno dei malviventi che però è riuscito a far perdere le sue tracce; durante il lungo inseguimento i poliziotti hanno recuperato il cellulare rubato alla vittima.

Gli agenti però non si sono dati per vinti e, finito il loro turno su strada, hanno passato al setaccio tutti i controlli effettuati dalle pattuglie nei mesi scorsi e messo insieme ogni elemento utile per identificare il giovane rapinatore.

Dopo alcune ricerche il fuggitivo è stato individuato e la conoscenza del territorio degli operatori ha fatto il resto: gli uomini delle volanti sono andati direttamente a prenderlo ai giardini di via Allori dove, in passato, lo avevano già identificato in occasione di alcuni controlli di polizia.

Alla vista delle “pantere” lo straniero ha tentato di allontanarsi a bordo di una bicicletta ma è stato subito bloccato. Il giovane magrebino, riconosciuto dalla minorenne, è finito a Sollicciano in quanto gravemente indiziato del delitto di rapina, ma nei suoi confronti grava inoltre un’accusa di violenza sessuale in quanto è stato anche identificato dalla vittima di viale dei Mille.

Gli inquirenti stanno ora verificando eventuali responsabilità dell’indagato in altri episodi criminosi, scippi e rapine, avvenuti nei giorni scorsi a Firenze, tutti con protagonista un giovane magrebino a bordo di una bicicletta.

Sempre ieri pomeriggio, durante l’attività che ha portato al fermo del 21enne le volanti hanno effettuato una serie di controlli proprio ai giardini di via Allori dove hanno sorpreso un altro cittadino marocchino con addosso alcune dosi di hashish. L’uomo, 26 anni, è stato sottoposto a fermo per identificazione e denunciato per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.

No comments

*