Ferragosto, i controlli della Polizia

0

LUCCA – Lo spostamento in massa, nella stagione estiva, di cittadini dai centri urbani alle località di villeggiatura, determina inevitabilmente, ogni anno, l’incremento delle situazioni favorevoli al compimento di attività delittuose, sia nelle zone costiere e collinari, ove si registra una notevole concentrazione di turisti, sia nelle aree urbane, ove numerose abitazioni restano incustodite.
Questo fenomeno raggiunge il suo apice nella settimana di Ferragosto.
Pertanto, il Questore della Provincia di Lucca, al fine di contrastare, con puntuale efficacia, ogni qualsivoglia forma di recrudescenza della criminalità ha predisposto un adeguato piano di prevenzione e vigilanza,  volto ad assicurare la continua presenza, su strada della forza pubblica su tutto il territorio provinciale, allo scopo di svolgere una costante opera di prevenzione, con particolare attenzione ai furti in abitazioni, agli scippi, alle truffe, specie in danno di anziani, allo spaccio di sostanze stupefacenti, al contrabbando, all’abusivismo commerciale, nonchè alle problematiche della sicurezza stradale, soprattutto nell’azione preventiva, di controllo e di contenimento delle violazioni alle norme di comportamento alla guida

Ciò ha permesso agli Uffici della Polizia di Stato presenti in provincia, di conseguire rilevanti risultati, tra cui si riportano, di seguito, i più significativi.

Persone identificate e controllate, 1760
Persone arrestate .2
Persone denunciate in stato di libertà .32, di cui  4 per furto
Fogli di via obbligatori comminati 2
Persone sottoposte all’Avviso Orale 5
Cittadini stranieri espulsi .3
Mezzi controllati 580
Controlli con etilometro/precursore etilometrico105
Mezzi sottoposti a sequestro 3
Documenti ritirati  9
Contravvenzioni contestate .106
Esercizi pubblici controllati  11
Persone sottoposte agli arresti domiciliari controllate .25

E’ di ieri l’ultimo episodio che ha portato alla denuncia in stato di libertà di un 35enne lucchese che ha tentato due furti in altrettanti esercizi commerciali di questo centro città.
Una prima segnalazione è pervenuta al 113 verso le ore 15.45 da una profumeria di via Fillungo, dove una commessa aveva sorpreso un uomo che tentava di scollare l’antitaccheggio di un costoso profumo. Vistosi scoperto, ha riposto il profumo è si è dato alla fuga. La commessa ha fornito agli agenti intervenuti una dettagliata descrizione dell’uomo, sia dei caratteri somatici che dell’abbigliamento. Circa un’ora più tardi è giunta una nuova segnalazione da un negozio di ottica di via Beccheria dove  un uomo, corrispondente in tutto alla precedente descrizione fornita dalla commessa della profumeria, è entrato dall’ottico, approfittando che in quel momento il personale si trovava nel retro del negozio, ha aperto la cassa ed ha afferrato un pugno di banconote. Anche in questo caso l’uomo è stato sorpreso e senza opporre resistenza alcuna ha mollato i soldi e si è dato alla fuga.
Una pattuglia della Squadra Volante che stava perlustrando le vie del centro ha incrociato l’uomo segnalato. I poliziotti, grazie ad un particolare riferito dai due testimoni, non hanno avuto dubbi che si trattasse della stessa persona segnalata dai due esercizi commerciali. L’uomo aveva gli occhi truccati in maniera molto evidente.
Accompagnato in questura è stato compiutamente identificato e denunciato in stato di libertà per i due tentati furti.

No comments

*