Fumogeni alla partita, daspato un tifoso

0

AREZZO  – Nel corso della partita Arezzo Pavia disputatasi domenica 8 marzo presso il locale Stadio Comunale, mirate attività di accertamento, esperite dalla Polizia Scientifica unitamente all’Ufficio DIGOS e volte alla individuazione dei fenomeni legati alla violenza sportiv, consentivano di individuare ed identificare un tifoso della locale squadra di calcio nell’atto di accendere un artificio e mantenerlo per tutta la durata di emissione dei fumi lasciandolo poi cadere a terra. L’autore, un giovane aretino residente in una località di questo comune, è stato denunciato per violazione delle disposizioni di cui alla specifica Legge 401/1989 e quindi sottoposto, con apposito provvedimento del Questore di Arezzo notificato il giorno 11 u.s., a divieto di accesso agli impianti ove si svolgono manifestazioni sportive per il periodo di un anno.

Personale della Polizia di Stato appartenente alle Volanti è intervenuto ieri presso un immobile di proprietà comunale, non aperto al pubblico, ove un cittadino rumeno senza fissa dimora aveva occupato abusivamente alcuni locali adibendoli a precaria dimora con allestimento di una sorta di bivacco. M.M., del 1962, è stato allontanato dal luogo e denunciato per indebita invasione di pubblici edifici.

Nel corso della mattinata di ieri, gli stessi uomini delle Volanti, durante l’ordinaria e mirata perlustrazione delle zone cittadine, hanno sorpreso, all’interno del parco comunale di via Leone Leoni, un tunisino, G.T. del 1984, nell’atto di cedere sostanza stupefacente, nella specie eroina, ad un quarantenne aretino, tossicodipendente. Lo straniero, che era sprovvisto di documenti ed ha peraltro fornito false generalità agli operatori, è stato denunciato a piede libero per spaccio di stupefacenti e false attestazioni sulle proprie generalità, mentre il secondo è stato segnalato alla Prefettura per le previste sanzioni a carico degli assuntori delle medesime sostanze.

No comments

*