Furti a raffica in esercizi commerciali e scuole, sgominata la banda

0

PISTOIA – Nella mattinata odierna, la Polizia di Stato di Pistoia, ha dato esecuzione a 6 decreti di fermo disposti dal Sostituto Procuratore Giuseppe Grieco, sulla base dei gravi indizi di colpevolezza raccolti dalla Squadra Mobile, a carico di altrettanti cittadini rumeni (quattro uomini e due donne) gravemente indiziati di numerosi furti consumati o tentati presso esercizi commerciali e scuole. Le indagini alla base dei fermi hanno preso il via a seguito della commissione di un furto con scasso perpetrato nella notte del 15 marzo 2015 ai danni di un bar annesso al distributore di carburanti “Esso” situato a Pistoia lungo la nuova variante Lucchese.  La successiva attività investigativa svolta sul territorio dal personale della Squadra Mobile, ha permesso di indirizzare i sospetti sulla commissione di tale fatto sul gruppo di cittadini rumeni, poi compiutamente identificati negli odierni indagati, che poi sono risultati essere dediti alla commissione di furti seriali ai danni di vari obiettivi che venivano individuati in esercizi commerciali, istituti scolastici e Uffici pubblici come ad esempio la stazione ferroviaria di Pescia dove nella notte del 15 aprile veniva tentato il furto della cassaforte ivi collocata. La frequenza con cui i malviventi pianificano e realizzano i loro colpi ha evidenziato l’esistenza di un preoccupante fenomeno delinquenziale che, seppure nella maggior parte dei casi non abbia fruttato grossi introiti economici al gruppo, ha generato ingenti danni patrimoniali alle vittime dei reati che si sono visti praticare ingenti danni alle strutture a cui i ladri avevano deciso di accedere.
Nel corso dell’attività investigativa sono stati ricostruiti 11 furti (tra consumati e tentati). Nel corso delle perquisizioni domiciliari eseguite a carico dei fermati è stato recuperato numeroso materiale provento dei furti sopraelencati. La merce in gran parte era destinata a raggiungere la Romania dove veniva inviata attraverso corrieri o trasportata direttamente, come risulta da alcune conversazioni telefoniche intercettate. Per esempio, in una di queste, uno dei più attivi nella commissione dei furti, parlando con la madre i Romania gli dice: “ho delle cose da fare qui, ma ti ho detto, io raccolgo della merce e te la mando a casa perché voglio comprare una macchina grande, vendo questa e compro una macchina grande e vengo a casa con la macchina piena.”.

No comments

*