Furti in appartamento, come difendersi? A Prato i consigli del questore Cerulo

0

PRATO – Con l’approssimarsi delle imminenti festività natalizie e di fine anno, la Questura di Prato, su preciso impulso del Questore Filippo Cerulo, promuove un piano comunicativo di informazione per la cittadinanza volto a tutelare i cittadini pratesi dai reati riguardanti furti in appartamento, che statisticamente, in questo periodo, registrano una recrudescenza. Una corretta informazione sulla materia rappresenta un’utile strategia di prevenzione che, associata all’ordinaria attività di controllo del territorio e repressione dei reati a cui le forze dell’ordine sono preposte, aumenta le difese dei cittadini contro questo tipo di delitti.
Grazie alla collaborazione di cittadini testimoni di episodi d’illegalità che hanno riguardato furti in appartamento o esercizi commerciali ed alla tempestiva segnalazione della notizia alla sala operativa della Questura, in linea con un preciso dovere morale, è stato possibile anche di recente, per gli operatori delle volanti, intervenire tempestivamente sul luogo del furto intercettando ed arrestando i responsabili del reato. Episodi questi che evidenziano uno spiccato senso civico e fiducia nella Polizia di Stato e nelle istituzioni preposte al rispetto della legalità ed alla repressione dei reati, che gran parte della cittadinanza pratese dimostra di avere, nell’ottica di un concetto di “sicurezza partecipata”.
In tale contesto il Questore di Prato vuole ulteriormente sensibilizzare ogni persona, di qualunque età, a porre in essere tutte le migliori misure volte a prevenire la consumazione di tali illegalità nonché a collaborare con le forze dell’ordine poiché tutti possono far molto per la propria ed altrui sicurezza, adottando accorgimenti e seguendo semplici consigli.
Al riguardo è bene ricordare che gli anziani sono potenzialmente più esposti ai fenomeni di criminalità di tale genere, (in particolare truffe e borseggi) rispetto al totale della popolazione. Da recenti rilevazioni emerge che, a livello nazionale, tra il 2011 e il 2013 e’ cresciuto il numero di anziani over 65 vittime di reato.

La Polizia di Stato ormai da anni è in prima linea per combattere ed arginare questi fenomeni, e su tutto il territorio nazionale sono divulgate informazioni e consigli utili per consentire alle persone anziane di evitare i rischi di truffe, raggiri, furti e rapine.

Sono semplici regole di comportamento suggerite per non trovarsi vittime di malintenzionati in casa, per strada, sui mezzi di trasporto, nei luoghi pubblici, ma anche mentre utilizzano Internet.
Qui di seguito, si elencano alcuni consigli pratici e suggerimenti per prevenire e contrastare i furti, in particolare quelli in appartamenti o nei box garage, utili per una attività informativa e preventiva.
Accorgimenti per rendere sicura la tua casa
– luce e rumori tengono lontani i possibili malintenzionati, anche se non sei in casa, tieni sempre accesa una luce visibile dall’esterno;
– se possibile, l’adozione di un antifurto è buon sistema per scongiurare i furti;
– non lasciare all’interno dei box garage oggetti di valore, veicoli aperti o con chiavi di accensione al loro interno;
– aumentare il livello di sicurezza delle serrature dei garage con dispositivi maggiormente efficienti;
– se rimani solo in casa, assicura comunque la porta con gli ordinari sistemi di sicurezza;
– i primi posti visitati dai ladri sono armadi, cassetti, quadri, interno di vasi o soprammobili, evita quindi di tenervi oggetti di valore o denaro;
– se smarrisci le chiavi di casa, sostituisci la serratura consegnando un duplicato delle chiavi solo a persona di fiducia;
– per la riproduzione della chiave, incarica solo una persona di fiducia;
– tieni sempre a portata di mano i numeri telefonici dei tuoi familiari e quelli di pronto intervento (113 Polizia di Stato, 118 Ambulanza, 112 Carabinieri, 115 Vigili del Fuoco, ecc,).
Quando ti assenti per brevi o lunghi periodi
– sensibilizza i vicini a fare attenzione ad eventuali rumori o movimenti sospetti;
– evita che la posta si accumuli, pregando una persona di ritirarla;
– non lasciare messaggi alla vista di tutti che dimostrino la tua assenza;
– non far sapere ad estranei i tuoi programmi di viaggio, né la data del tuo rientro.
Suonano alla porta
– non aprire la porta, il portone o il cancello a sconosciuti anche se vestono l’uniforme e dichiarano di appartenere ad enti di pubblica utilità (enel, gas, acqua, inps, ecc) ma accertati sempre dell’identità della persona con cui hai a che fare magari telefonando all’ente preposto;
– evita di lasciare oggetti di valore in giro per casa e se c’è una persona estranea evita di lasciarla da sola affinché non si aggiri per le stanze;
– evita di maneggiare denaro se sei in presenza di estranei.
Se hai anche il minimo dubbio in ogni caso ritenuto sospetto, chiama il 113 o 112, cercando di comunicare in modo preciso e rapido gli elementi utili che permettano alla Polizia di verificare la fondatezza della segnalazione per un rapido intervento.

No comments

*