Furti ai danni di turisti, la Polizia mette in campo ogni risorsa

PISA – A seguito della recrudescenza di furti su auto e camper di turisti constatata nella prima metà del mese di agosto la Polizia ha messo in campo ogni risorsa per stroncare il fenomeno.

E proprio per effetto dei capillari servizi di controllo del territorio erano stati effettati alcuni arresti.

Ieri, poco dopo le 15,00, l’equipaggio di una volante veniva inviato dalla Sala Operativa in via Parigi ove un cittadino aveva notato un giovane a bordo di una bicicletta infrangere il vetro di una autovettura impossessando di oggetti contenuti all’interno. L’autore grazie all’ immediato intervento della volante veniva bloccato poco dopo e trovato in possesso di uno zaino contenente due telefoni cellulari ed un , un borsello di pertinenza del proprietario dell’auto. L’uomo, un  italiano di 23 anni era anche in possesso di una bicicletta che dichiarava aver acquistato per pochi euro da uno straniero. Pertanto le cose rinvenute e la bicicletta sono state sequestrate e l’uomo dichiarato in arresto per flagrante furto aggravato. Trattenuto presso le camere di sicurezza della Questura questa mattina sarà giudicato con rito direttissimo.

Ieri sera verso le 20,30 giungeva una richiesta da lungarno Fibonacci, ove un cittadino aveva notato due persone armeggiare nei pressi di un camper. In particolare si udivano rumori metallici provenire da dietro una siepe che costeggia il giardino Scotto e nelle vicinanze si trovava un camper con targa straniera. Sulla base delle indicazioni fornite dal testimone una volante si portava immediatamente sul posto riuscendo a bloccare una delle due persone descritte il quale era ancora nelle vicinanze di due biciclette che risultavano essere state asportate dalla rastrelliera portabici di un camper con targa austrica. Oltre alla biciclette che erano state già rimosse dal camper forzando con uno strumento di ferro gli attacchi che risultavano danneggiati, veniva rinvenuto un pezzo di ferro della lunghezza di circa 50 centimetri usati dai ladri per rompere le chiusure che assicuravano le biciclette al portabici.

Rintracciati i proprietari, due turisti austriaci, le biciclette, venivano restituite in sede di denuncia.

L’autore bloccato dalla Polizia, un tunisino di 38 anni, senza fissa dimora in Italia, è stato tratto in arresto per flagrante furto aggravato, in concorso con altra persona non identificata. Trattenuto presso le camere di sicurezza della Questura questa mattina sarà processato  con rito direttissimo.

In questi ultimi giorni verosimilmente per gli arresti effettuati i furti su auto e camper si sono drasticamente ridotti.

Lascia un commento