Furto aggravato e indebito utilizzo di carte di credito, 6 nei guai

0

I militari della locale stazione lo scorso maggio hanno concluso un’indagine avviata nell’ambito del contrasto ai reati contro il patrimonio, coordinata dal pm Claudio Curreli della Procura Pistoiese, denunciando sei persone per furto aggravato in concorso e indebito utilizzo di carte di credito in concorso.
Ieri, a completamento delle attività, in collaborazione con la Stazione di Altopascio, hanno eseguito 5 misure cautelari emesse dal Gip presso il Tribunale di Pistoia, Dott.ssa Patrizia Martucci, delle quali due sottoposizioni agli arresti domiciliari con braccialetto elettronico e tre obblighi di dimora nei confronti di altrettanti pregiudicati, tre donne e due uomini, ritenuti responsabili dei reati contestati, di cui tre residenti in Valdinievole e due nel citato comune della lucchesia.
La banda era specializzata nei furti su autovetture in sosta. Sono state colpite per lo più autovetture parcheggiate in prossimità di aree commerciali ove è più facile, nel via vai delle persone, non essere notati ed in un solo caso, all’opposto, di un’auto parcheggiata in un’area isolata in piena campagna. I componenti della banda alternandosi nella composizione delle coppie o terzetti che entravano in azione, hanno utilizzato per i colpi due autovetture, una Lancia Musa ed una BMW. Una volta individuato e avvicinato l’obiettivo, in pochissimi minuti, dopo avere infranto uno dei cristalli dell’auto, l’azione veniva rapidamente portata a compimento con la razzia di tutto ciò che era contenuto negli abitacoli e nei portabagagli e che poteva avere un valore. In un paio di casi, le vittime avevano notato da lontano che la propria autovettura era oggetto di “attenzioni” da parte degli occupanti di un altro mezzo che si era accostato, ma non avevano realizzato in realtà ciò che stava realmente accadendo se non dopo essersi successivamente avvicinati. Fra gli oggetti asportati anche alcuni bancomat e carte di credito che sono stati utilizzati dai ladri per alcuni prelievi effettuati mediante ATM di Altopascio e Buggiano. I carabinieri di Buggiano sono riusciti ad attribuire al sodalizio 7 colpi, avvenuti fra il marzo e l’aprile scorsi, a Chiesina Uzzanese, Massa e Cozzile (2) Buggiano (2) e Ponte Buggianese (2) ai danni di altrettante autovetture dalle quali sono stati prelevati complessivamente circa 1650 euro in denaro contante, due motoseghe, poi recuperate, che saranno riconsegnate ai legittimi proprietari, e come prima ricordato, vari bancomat e carte di credito con le quali sono stati effettuati prelievi per circa 1600 euro, dei quali sono stati recuperati 250 euro.
I destinatari degli arresti domiciliari sono un giovane, K.B. 21enne ed una donna A.C. 43enne, entrambi residenti ad Altopascio, che sono stati sottoposti anche al controllo elettronico mediante braccialetto.
Gli altri tre, sottoposti all’obbligo di dimora sono una giovane, N.B. 22enne di Altopascio, un uomo, P.B., 41enne di Buggiano ed una donna, O.H. 37enne domiciliata anch’essa a Buggiano.

No comments

*