Furto al Pertini, la Squadra Mobile arresta il ladro

0

LUCCA – La Polizia di Stato ha tratto in arresto Christian De Benedictis, 37enne originario di Milano e residente a Livorno, per il furto avvenuto nottetempo la notte del 6 luglio scorso presso l’ istituto “Pertini” di viale Cavour a Lucca. Approfittando del favore della notte, peraltro nel fine settimana e del periodo estivo in cui le lezioni sono sospese, l’ arrestato si era introdotto negli ambienti della scuola, rovesciando alla rinfusa oggetti in alcune aule, senza portare via alcunché di economicamente appetibile; per poi concentrarsi sulle tre macchinette erogatrici di snack e bevande, che sono state tutte forzate (per un danno di circa 2.500 euro) e dalle quali era stato asportato il “fondo cassa” in monete, per circa 200 euro. L’ autore non aveva fatto i conti con i “segugi” della Polizia scientifica, che dalla vicina Questura erano sopraggiunti ed effettuato un accurato sopralluogo, rilevando un frammento di impronta proprio sulla porta forzata. La comparazione in banca dati aveva associato l’ impronta all’ autore, conosciuto dalle Squadre Mobili della regione per fatti analoghi commessi in diverse province. A seguito di una dettagliata informativa della Squadra Mobile della Questura il sostituto Procuratore della Repubblica Piero Capizzoto ha chiesto ed ottenuto, dal GIP Marcella Spada Ricci, visti anche i precedenti, la misura cautelare degli arresti domiciliari con il braccialetto elettronico. Il pregiudicato è stato cercato infruttuosamente dagli investigatori lucchesi tra Livorno e Pisa, luoghi delle sue ultime residenze; fino a che, fermato da una volante della Questura di Massa sempre per un furto, si è appurato che era destinatario anche della ordinanza restrittiva per il furto commesso a Lucca. I poliziotti lucchesi si sono precipitati a Massa e hanno pertanto notificato al De Benedictis il provvedimento restrittivo, che con un “colpo solo” sta dunque pagando per entrambi i reati, quello di Massa e quello di Lucca.

Nel fine settimana gli uomini della Mobile lucchese, diretti da Virgilio Russo, hanno effettuato altri due arresti per altrettanti ordini di esecuzione pena: Ilir Merko, albanese di Elbasan 43enne, dimorante ad Altopascio, rintracciato ed associato al carcere S. Giorgio perché deve scontare la pena ad anni 1 e mesi 6 di reclusione  a seguito di condanna per furto in abitazione, commesso nella piana di Lucca nel 2010 e comminatagli dal Tribunale di Lucca; e Ben Amor Haithem, nato in Tunisia nel 1987, ricercato dal Tribunale di Sorveglianza di Firenze perchè deve scontare la pena della detenzione domiciliare ad anni 1 e mesi 6 per reati vs. il patrimonio. Dopo le formalità di rito, i poliziotti lo hanno ristretto presso una struttura di S. Pietro a Vico.

 

 

 

No comments