Gaia, Benedetti: ” E gli sprechi… continuano”

0

MASSA – “Nonostante il cambio di casacca  della Presidenza di Gaia, gli sprechi continuano e l’ esempio fornito dal Comune di Massa con l’inserimento del proprio consigliere pagato con il gettone di presenza, la società continua imperterrita a pagare consulenza  esterne e contratti a tempo a destra e manca, aumentando, nel contempo, le bollette alle famiglie, già fin troppo provate dalla perenne crisi finanziaria che ci ha colpito ormai da diversi anni”. Dopo la manifestazione dei giorni scorsi del movimento Massa No Gaia, Stefano Benedetti torna all’attacco: “Evidentemente, lo spending review tanto decantato in questi tempi, non vale per i vertici della società a capitale pubblico, altrimenti avrebbero già tagliato gli sprechi di denaro ad iniziare appunto dalle consulenze e dagli stipendi d’oro con un risparmio annuo di almeno 1.500.000,00  euro, che non ci permetterebbe il superamento delle problematiche, ma sarebbe un buon inizio e anche un  esempio per i cittadini. Quest’anno e lo scrivo soprattutto per il Sindaco di Massa, le spese in questo senso sono aumentate e di seguito riporto l’aggiornamento dettagliato in modo da poter valutare meglio la situazione per individuare e proporre le soluzioni ritenute più idonee :

COSTO TOTALE ANNUO DIRIGENTI  :
Di Martino        euro   109.476,00
Franceschini    euro     85.125,00
Peruzzi              euro    180.000,00
Ragoni               euro       80.000,00
Vercelli              euro       80.000,00
Totale annuo    euro    534.601,00
COSTO ANNUO CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE :  EURO  76.685,55
COSTO TOTALE ANNUO CONSULENTI ESTERNI ATTUALMENTE IN ATTIVITA’ :  EURO  525.176,00
di cui il Dott. Gabriele Lorenzini percepisce 125.000,00 euro, oltre i 3.000,00 al mese ottenuti per il rimborso spese (?!) .  Su questa consulenza ho già ampiamente espresso le mie perplessità presentando un’interpellanza, alla quale in data 16.04.2014 l’ Assessore Rutili aveva risposto con la seguente conclusione : ” Chiederemo comunque di evitare che esistano figure di consulenti esterni a tempo sostanzialmente indeterminato“, ma evidentemente ai vertici di Gaia delle richieste e del giudizio degli amministratori comunali di Massa non interessa, poichè l’incarico  a tempo indeterminato del Dott. Lorenzini scaduto il 30.06.2014  è stato prolungato fino al 31.12.2014 con le stesse modalità e mansioni :
“Seguire, con compiti di coordinamento ed indirizzo i rapporti tra i vari uffici, finanza, ragioneria, acquisti e personale, in modo che gli stessi possano cercare di rispettare i compiti ad essi assegnati dalla Direzione ; consulenza in materia societaria con assistenza diretta ad assicurare il completo e regolare adempimento delle pratiche e delle formalità fiscali e presso gli uffici di altri enti    di tutte le pratiche inerenti la gestione vera e propria della società, assistenza e consulenza tributaria, dichiarazioni fiscali, modello unico, denuncia Iva, operazioni economiche  finanziarie, studi relativi a rapporti tra capitali propri e terzi ( su questo punto a mio avviso si potrebbe anche ipotizzare un conflitto d’interessi), alla scelta di diverse forme tecniche di finanziamento, mutui, prestiti, debiti bancari, leasing ecc….” .
A tal proposito,in considerazione del fatto che ogni ufficio e settore di quelli indicati nel contratto di consulenza stipulato con il Dott. Lorenzini, viene gestito da responsabile qualificato, coadiuvato da personale dipendente e che la società si trova ancora in palese difficoltà economico-finanziaria,  Vi chiedo  se è  logico prolungare una consulenza di questo tipo, con il serio rischio  che alla fine del suddetto contratto, il consulente promuova un’azione civile nei confronti della società con ipotetica ricaduta negativa per le casse pubbliche.
INCARICO DI CONSULENZA PER SUPPORTO LEGALE NELLA DEFINIZIONE DELLE PROBLEMATICHE CON L’UTENZA
L’incarico ha  per oggetto la gestione legale delle questioni in fase precontenziosa e stragiudiziale  e sarà svolto solo nelle sedi di Marina di Pietrasanta  e Carrara in orario di lavoro. Il compenso previsto è pari ad euro 135,00per giornata lavorativa oltre IVA e CAP e il pagamento sarà subordinato alla dichiarazione di regolare esecuzione dell’ attività. Su questo punto è bene chiarire che all’interno dell’ azienda esistono già professionalità che svolgono le trattative e mantengono i rapporti con l’utenza su tutte le problematiche e credo che le stesse debbano essere valorizzate e utilizzate, risparmiando in questo modo ulteriore denaro pubblico. Sottolineo, inoltre, che  questa soluzione penalizzerà fortemente  gli utenti di tanti comuni soci, obbligati a recarsi presso le sedi di Pietrasanta e Carrara, nonostante, ad esempio  ne sia presente una anche nel comune di Massa.
INCARICO DI CONSULENZA PER LA GESTIONE DEL PIANO FORMATIVO AZIENDALE E ANALISI DEI RUOLI E COMPETENZE
L’incarico ha per oggetto lo svolgimento di attività di analisi dei fabbisogni formativi, la gestione dei rapporti con i fornitori esterni, la valutazione del personale dipendente, avrà un costo di euro 160,00 per giornata lavorativa per un totale annuo di circa 30.000 euro più IVA.
Incarico che ritengo essere del tutto inutile.
COSTO ANNUO DEI CONTRATTI A PROGETTO :    EURO 230.040,00
Alcune di queste attività sono ritenute perfettamente inutili, poichè  già svolte da personale interno come : gestione sistemi e infrastrutture aziendali ( Dott. Arrighini  Andrea euro 18.000,00) o del tutto assurde come il contratto stipulato in data 17.01.2014 con il Dott. Benvenuti Claudio per l’ottimizzazione dei processi biologici negli impianti di depurazione gestiti dalla società ( Euro 44.000,00 ), in considerazione delle tante sanzioni ricevute dalla Provincia di Massa Carrara per lo sforamento dei valori individuato da Arpat nei depuratori di Massa ( Sic!).
AFFIDAMENTO DI SERVIZI  A SOGGETTI ESTERNI
Questi servizi ,a mio personale giudizio, possono essere svolti da personale specializzato di Gaia con un risparmio di denaro pubblico. Nel merito, invito la Corte dei Conti ad avviare un’indagine affinchè si possa accertare l’ipotesi  di danno alle casse della società, non solo per gli affidamenti da me indicati in questo documento, ma per tutti quelli assegnati negli ultimi due anni :
   -SERVIZIO  DI SOSPENSIONE DEI MISURATORI IDRICI E DI ALTRI SERVIZI ACCESSORI( I.G. n. 20 del 16.09.2014 )
In pratica, la volontà dei dirigenti di Gaia di fronte alle lamentele dell’utenza per i distacchi dell’erogazione di acqua nei casi di morosità, è quella di accanirsi maggiormente con le famiglie in difficoltà, affidando questo servizio ad un soggetto esterno per un importo presunto annuo a base d’asta pari a euro 170.000,00 oltre Iva di legge, da raddoppiarsi in caso di rinnovo. La stima è stata calcolata considerando nei mesi a venire un forte aumento delle morosità e quindi su  N. 10.000 preavvisi di sospensione  ( presunti distacchi : N. 5.000),  N.3.000 apposizioni del dispositivo antimanomissione su valvole esistenti e N. 3.000 apposizioni lente cieca/diaframma.
Costo dei servizi affidati :
1)per il servizio di consegna del preavviso di sospensione : Euro 5,00
2)Per il servizio di apposizione dispositivo antimanomissione : Euro 15,00 cadauno
3)Per il servizio di apposizione lente cieca : Euro 25,00 cadauno
Quindi, a parte il fatto che non può essere assolutamente accettata un’iniziativa finanziata con i soldi dei cittadini  allo scopo di accanirsi sulle morosità relative al consumo di una risorsa pubblica necessaria come l’acqua, da parte oltre tutto di un’azienda che opera in monopolio,  invito la Corte dei Conti ad accertare l’utilità di questo affidamento esterno e a verificare se il servizio può essere svolto direttamente dal personale  di Gaia con un grande risparmio di denaro pubblico.
-ATTIVITA’ PERIODICA DI FOTO RILEVAZIONE, VERIFICA E CONTROLLO DELLE LETTURE DEI CONTATORI MISURANTI I CONSUMI DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO RELATIVI ALLE UTENZE CIVILI, ARTIGIANALI, INDUSTRIALI, AGRICOLE, COMMERCIALI, PROFESSIONALI E PUBBLICHE ( I.G. N.22 DEL 07.10.2014)
L’importo presunto a base d’asta è pari a Euro 1.212.940,00 oltre Iva per legge da raddoppiarsi in casi rinnovo. La stima è stata calcolata considerando i seguenti numeri di interventi ;
1)N. 339.000 letture nei comuni montani al costo di Euro 1,50 cadauna
2)N. 640.000 letture nei comuni di pianura al costo di euro 1,10 cadauna
L’oggetto dell’ appalto prevede N.2 accertamenti annuali, mediante rilevazione di foto lettura.

Anche su questo affidamento, è necessario considerare l’ipotesi di spreco di denaro pubblico, poichè la lettura certa del contatore può essere effettuata e comunicata  direttamente dall’utente stimolato da uno specifico incentivo da applicare nella bolletta successiva, oppure  rilevata da personale qualificato già in forza nella società .  Per quanto sopra, invito la Corte dei Conti ad accertare quanto da me esposto e ad intervenire con tutti gli strumenti a disposizione nel caso in cui dall’indagine dovessero emergere  sprechi di denaro pubblico e il Sindaco Volpi ad attivarsi presso la dirigenza della società, per  avviare una revisione generale delle spese sostenute da G.A.I.A., come processo volto migliorare l’efficienza e l’efficacia della macchina pubblica  ed in quanto società in house a valorizzare il personale interno limitando al minimo necessario gli apporti esterni”.

No comments

*

Fuggono su un’Alfa dopo un furto, presi

PISTOIA – Nella nottata tra sabato è domenica la Polizia di Stato di Pistoia, nell’ambito dell’attività finalizzata al contrasto del fenomeno dei furti in abitazione, ...