Gara rifiuti, 6 indagati: la Procura ipotizza corruzione, abuso d’ufficio, turbativa d’asta e truffa aggravata

0

GROSSETO – Corruzione, abuso d’ufficio, turbativa d’asta e truffa aggravata: sono le ipotesi di reato avanzate dalla Procura di Grosseto in merito all’inchiesta sull’affidamento della gara per la costruzione e la gestione dell’impianto ‘Pump & Treat’ nel sito dell’ex discarica delle Strillaie.  Sei gli indagati, spiega la Procura in una nota, e 24 le perquisizioni in provincia di Grosseto, Vicenza, Rimini, Siena, Livorno, Pisa e Firenze. Tra i siti perquisiti la discarica Le Strillaie e quella di Cannicci, dove operano “imprese riferibili ai soggetti indagati”. L’indagine, svolta dalla polizia stradale e dalla municipale di Grosseto, riguarda provvedimenti adottati nel 2013 dall’allora dirigente del servizio ambiente del Comune grossetano con i quali sarebbe stata prorogata per altri 20 anni la gestione dell’ex discarica a favore delle imprese vincitrici dell’appalto, riunite un un’associazione temporanea. Riguardo all’ipotesi di truffa il danno per il Comune sarebbe da quantificare, per l’accusa, in 15 milioni di euro.

No comments

*