Giro di spaccio tra ragazzini, nei guai un pusher

1

LUCCA – La Polizia di Stato ha scoperto un giro di spaccio di stupefacenti tra adolescenti, gestito da un cingalese appena diciottenne ma già denunciato per pregressi episodi di spaccio  anche quando era minorenne, denunciandolo ancora una volta alla Procura della Repubblica, stavolta di Lucca poiché in passato era stato denunciato a quella per i Minor di Firenze. L’ intraprendente 18enne, nullafacente ma sempre ben vestito e con i soldi in tasca, è noto tra gli adolescenti di Lucca, specie nella zona di porta S. Pietro, usuale ritrovo per i loro coetanei, per poter procurare senza problemi del “fumo” a prezzi abbordabili. Era già stato denunciato di recente dai poliziotti della sezione Narcotici, decidendo di espandere la sua attività anche davanti alle scuole, agli orari di uscita degli studenti, sicuro che la sua specializzazione gli avrebbe portato nuovi clienti da rifornire che non lo avrebbero mai denunciato alla Polizia. Ha così venduto diverse dosi ad un quartetto di amici appena 14enni, frequentanti un Istituto superiore della immediata periferia cittadina, che hanno comprato l’ hashish per poterlo fumare in tutta tranquillità durante una festicciola, improvvisata per salutare un loro compagno che si sarebbe trasferito altrove al seguito della famiglia. Ma le dosi erano in soprannumero rispetto alle effettive esigenze del gruppo, tanto che una parte dell’ hashish era avanzato e i 4 avevano deciso di rifumare l’ indomani mattina, prima di entrare a scuola. Uno degli adolescenti si è però subito dopo sentito male ed è stato costretto a recarsi al Pronto soccorso, dove i medici lo hanno trovato positivo ai cannabinoidi. La Squadra Mobile ha avviato le indagini, ricostruendo la serata brava dei 4 adolescenti; i quali, convocati in questura assieme ai loro genitori e messi di fronte a precise contestazioni, hanno concordemente indicato (e riconosciuto in foto in un album fotografico appositamente predisposto) il 18enne  srilankese come il loro spacciatore; aggiungendo  che questi è noto tra gli adolescenti lucchesi per essere tale, ed anche per il carattere irascibile e violento, tanto che è temuto tra i coetanei. I poliziotti al termine delle indagini lo hanno denunciato ancora una volta per il reato di spaccio di stupefacenti.

1 comment

Post a new comment

*