Guida distratta, a Firenze task force della Polstrada: 52 multe

0

FIRENZE – A Firenze gli agenti della Polizia Stradale stanno dando una stretta alle condotte di guida disattente, che ormai rappresentano la causa di circa il 75% dei sinistri. Il Compartimento Polstrada per la Toscana non ha perso tempo e, appena ricevuta la direttiva Minniti, ha pianificato controlli mirati in tutta la regione.

Non si tratta di una attività a caso, ma da realizzare sulla base di alcuni indicatori e, soprattutto, dell’esperienza maturata dai poliziotti che, anche in questi giorni di grande calura, instancabilmente presidiano le principali vie di comunicazione alla ricerca sia di automobilisti indisciplinati che di delinquenti.

Proprio nel capoluogo fiorentino è stata avviata una sperimentazione, con l’impiego di una Task Force, che ha il compito di pizzicare gli automobilisti non virtuosi sulle strade a rischio. Gli agenti sfruttano il fattore sorpresa, poiché sanno che chi è indisciplinato smette di smanettare o si allaccia velocemente la cintura appena vede a distanza la Polizia. E allora vanno di pattuglia in sella a moto civetta, mescolandosi nel traffico agli altri veicoli per adocchiare e fermare chi è al volante e parla al telefono oppure quelli che non si allacciano le cinture.

Lo scorso fine settimana, la Sezione di Firenze e la squadra di polizia giudiziaria del Compartimento hanno controllato oltre 40 veicoli, sorprendendo 7 automobilisti senza cinture e 1 che usava il cellulare. Nel corso dei controlli sono stati sottratti 40 punti dalle patenti e non sono mancate le richieste sulle imminenti modiche al codice della strada. Tanti erano gli interessati a sapere le nuove sanzioni che scatteranno per chi guiderà con il telefono in mano.

Nell’ultimo mese, la Task Force della Stradale ha multato nelle periferie dei quartieri cittadini 31 persone senza cinture e 21 che parlavano al cellulare, defalcando dalle loro patenti 260 punti.

No comments

*