Guida distratta, task force della Polstrada a Firenze

0

FIRENZE – Gli incidenti stradali causati da condotte di guida distratte rappresentano, ormai, circa il 75% dei sinistri. I Comandi della Polstrada, in Toscana, questo lo sanno bene e, su input della Direzione Centrale delle Specialità della Polizia di Stato, stanno moltiplicando gli sforzi per contenere il fenomeno.

Nelle città oramai non si fa più caso a quelle persone che, indisturbate, stanno al volante e, al tempo stesso, smanettano sul cellulare. E non mancano neppure quelli che, ignorando i pericoli, guidano senza cinture di sicurezza o senza usare i seggiolini necessari a evitare brutte sorprese ai bambini.

Per questo, a Firenze e nelle altre città della Toscana la Polstrada sta conducendo un’intensa campagna informativa per promuovere la cultura della guida sicura e far comprendere i rischi della guida distratta. Per esempio, chi chatta, scatta o vede selfie e foto necessita anche di 4 secondi, che corrispondono a un tratto di circa 60 metri se si viaggia a 50 all’ora. Un’enormità, che può costare la vita, poiché quando si finisce di smanettare per rivolgere gli occhi verso l’orizzonte potrebbe essere ormai troppo tardi.

Ma la Stradale, oltre all’opera di sensibilizzazione svolta nei luoghi più disparati, sta garantendo una presenza più capillare sul territorio. Proprio a Firenze è stata avviata una sperimentazione, con l’impiego di una Task Force, che ha il compito di pizzicare gli automobilisti non virtuosi sulle strade a rischio.

Gli agenti fanno leva sul fattore sorpresa, poiché sanno che chi è indisciplinato smette di smanettare o si allaccia velocemente la cintura appena vede a distanza la pattuglia. E allora i poliziotti stanno utilizzando anche moto civetta, mettendosi nel traffico per intercettare chi è al volante e parla al telefono, oppure chi, nel più totale disinteresse, considera le cinture un optional.

I risultati sono stati soddisfacenti. Infatti, le pattuglie del Compartimento e della Sezione di Firenze in pochi giorni hanno controllato 69 veicoli, multando 20 persone che guidavano mentre usavano il telefono e 24 senza cinture, sottraendo anche 220 punti dalle patenti. Per non parlare dell’effetto deterrente. Chissà nella mente di quante persone, alla vista degli agenti con il blocchetto dei verbali in mano, sarà scattata la scintilla che non è conveniente distrarsi al volante, evitando così di perdere il controllo del mezzo.

No comments

*