Guidano il TIR da più di 12 ore: multa e patente sospesa

0

FIRENZE – Due camionisti italiani, di 50 e 61 anni, sono stati sorpresi dalla Polizia Stradale di Firenze alla guida dei loro TIR per più di 12 ore di fila. I due, originari del siracusano, erano diretti a Catania per consegnare pacchi di medicinali caricati a Milano.

Mentre transitavano sull’A/1, in prossimità di Firenze sono incappati nel dispositivo di controllo a reticolo che, in Toscana, ogni giorno è attuato dalla Polstrada per intercettare sia i delinquenti sia quelli che guidano creando pericolo per sé e gli altri.

Spesso gli incidenti stradali sono causati dalla stanchezza di chi rimane al volante per troppe ore, prima di giungere a destinazione. Le pattuglie della Stradale lo sanno e, su input della Direzione Centrale delle Specialità della Polizia di Stato, monitorano i conducenti di camion e bus, che non possono guidare ad oltranza.

I due camionisti, per eludere i controlli, avevano denunciato lo smarrimento della card da inserire nella scatola nera del mezzo, ove sono registrati tutti i dati di bordo, compresi quelli sull’autista. In realtà non avevano perduto nulla, ma con la denuncia hanno ottenuto il duplicato delle card, in modo da ingannare la scatola nera e apparire regolari in caso di controlli.

Ma gli esperti investigatori della Sottosezione di Firenze Nord non ci sono cascati e hanno accertato che gli autisti guidavano da più di 12 ore e che, in 2 giorni, erano stati al volante per oltre 30 ore. Per la loro condotta scellerata, i due incauti furbetti sono stati denunciati per falso. Gli agenti gli hanno sospeso la patente per 3 mesi e notificato più multe per circa 7.000 euro, decurtando dalle loro patenti oltre 200 punti.

No comments

*