“Ho portato mia madre al pronto soccorso, ce l’hanno riconsegnata come un pacco senza poter parlare con un medico”

LUCCA – “Sono disgustato dal pronto soccorso di Lucca. Non è possibile fare stare una persona di 83 anni che non è mai stata in ospedale dalle ore 14 alle 21 senza far sapere nulla ai familiari. E’ una vergogna. Ce l’hanno consegnata con un infermiera, non abbiamo parlato con nessuno”. La denuncia alla redazione di TGregione.it arriva da Umberto Pardi, che ha accompagnato, ieri, l’anziana madre in ospedale: “E’ normale che non facciano entrare nessuno per accompagnarla e che te la riconsegnino come un pacco, senza neanche farti parlare con un medico?”, si chiede il figlio. “Aalla richiesta di avere delucidazioni – spiega Pardi – la risposta è stata che il medico era già andato via. Mia madre ha avuto un episodio ischemico un anno fa, da allora spesso ha vertigini ed è in cura da un medico, che al ritorno di episodi di vertigini ha consigliato di far fare degli accertamenti al San Luca di Lucca e fargli fare una risonanza per controllare la lesione ischemica. Morale niente RMN, solo tac e congedata con un responso “la paziente dichiara di non avere vertigini” e poi l’hanno accompagnta fuori con l’infermiera perché barcollava”