I topi d’appartamento non vanno mai in vacanza: il vademecum con i consigli della Polizia

0

FIRENZE – Segnalare al 113 le persone sospette, blindare porte e finestre, lasciare la luce accesa la sera: i topi d’appartamento non vanno mai in vacanza e dalla Questura di Firenze arrivano alcune indicazioni per evitare brutte sorprese al rientro dalle ferie. “Consigli semplici, ma con un’importante funzione preventiva”, sottolinea il Vice Questore Vicario

Per prevenire,  quando siete fuori casa:
•    rendete sicure porte e finestre e se possibile installate un antifurto
•    tenete presente che luce e rumore tengono lontano i malintenzionati
•    in caso di borseggio o di smarrimento della chiave di casa, cambiate immediatamente la serratura. Non riportate mai sul portachiavi il vostro indirizzo di casa
•    evitate di tenere in casa grosse somme di denaro, gioielli o oggetti di valore
•    ricordate che i luoghi più frequentemente esaminati dai ladri sono le camere da letto e i soggiorni
•    predisponete una lista dei vostri oggetti di valore, fotografandoli se possibile. In caso di furto questo può essere utile per le ricerche delle forze dell’ordine
•    in caso di pericolo chiamate sempre il 113 o il 112 e denunciate sempre i furti alle forze dell’ordine. A tale proposito si ricorda che gli anziani, gli ammalati o i portatori di handicap, possono richiedere l’assistenza di un operatore direttamente a domicilio. In tal caso, prima di far accedere l’agente presso la propria abitazione verificarne sempre l’identità contattando il 113 o il 112
•    in caso di assenza per brevi periodi dall’abitazione lasciate una luce accesa senza far sapere ad estranei i programmi per le vacanze. Non lasciate informazioni sulla vostra segreteria telefonica
•    evitate l’accumularsi di posta nella cassetta delle lettere chiedendo eventualmente ad un vicino di ritirarla.
•    Per ridurre al minimo il rischio di essere derubato è consigliabile utilizzare servizi bancari o postali

Quando siete in casa…

•    non aprite mai la porta a sconosciuti anche se indossano qualche uniforme e dichiarano di essere dipendenti di aziende di pubblica utilità
•    non mandate ad aprire bambini e non aprite il portone o il cancello con l’impianto automatico se non si è certi dell’identità della persona che vuole entrare.
•    In caso di dubbio chiamate il 113 o il 112.

Quando siete in strada…

•    non tenete il portafogli nella tasca posteriore dei pantaloni o in borse o borselli che possono essere aperti facilmente. Se qualcuno chiede che ore sono o di cambiare una banconota è sempre bene tenere a mente che potrebbe essere un pretesto per far tirar fuori il portafoglio o l’orologio ad una potenziale vittima di borseggio
•    nei mezzi e nei luoghi pubblici o in fila davanti a sportelli, fate attenzione alla ressa controllando le persone che spingono o che premono. I borseggiatori cercano di distrarre le proprie vittime  anche fingendo malori o simulando liti.

No comments

*