Il Consap: “Strade killer abbandonate dalla polizia stradale”

0

LUCCA – “Ora basta! Affrontiamo il problema alla radice,  il Prefetto è Autorità Provinciale  di Pubblica Sicurezza, ha la responsabilità dell’ordine e della sicurezza pubblica e presiede il Comitato Provinciale per L’Ordine e la Sicurezza Pubblica, all’art 11 del codice della strada si demanda agli Organi della Polizia Stradale “la tutela ed il controllo sull’uso della strada”, ed al successivo art 12 viene rappresentato che tali servizi spettano in via principale alla Specialità Polizia Stradale della Polizia di Stato”.

La nota stampa, che pubblichiamo integrale, è a firma del segretario nazionale del Consap Gianluca Pantaleoni:

“Bene la Polizia Stradale di Lucca comandata dal Vice Questore Aggiunto Calogero La Porta dovvrebbe garantire con maggiore presenza una sorveglianza continua sulle strade Killer della propria città è stata nuovamente dirottata in altre province a vigilare la Firenze Pisa Livorno o in alternativa l’autostrada.

Nulla è valso l’interevento morbido e diplomatico di altre sigle sindacali con il Prefetto di Lucca.

Vedere una pattuglia della Polizia Stradale di Lucca sulla propria zona è più unico che raro se non quando escono o rientrano dalla sede per una vigilanza giusta e di rilievo ma sempre altrove.

Per non parlare della Versilia sic! I rinforzi mandati al Distaccamento Polizia Stradale di Viareggio invece di essere utilizzati a presidiare unicamente le zone prescritte per l’aumento del turismo  e della circolazione stradale, dirottati anche loro.

L’importante è pubblicizzare ogni fine settimana “strage di patenti” e come le lucertole al sole apparire e fare statistica attraverso una campagna mediatica sulla guida in stato in stato di ebbrezza alcoolica, quando talvolta basterebbe prevenire affrontando il problema alla radice e quindi ancor prima del posto di controllo, un accurato monitoraggio dei locali  notturni e dei chioschi in strada che dopo un certo orario e quasi per tutta la notte non possono più somministrare alcolici,  pena una pesante multa di molte migliaia di euro e la chiusura.

Basta con la demagogia, una grazie all’Arma dei Carabinieri ed alla Polizia Municipale che a Lucca si fanno carico di un ulteriore lavoro specialmente nei rilievi degli incidenti stradali e dove solo per scelte superiori quei poliziotti della stradale devono al contrario sobbarcarsi maggiori insidie con speco di enormi energie per svolgere il loro servizio altrove tollerando oltretutto anche lunghe percorrenze chilometriche.

Se la situazione non cambia al più presto non aspetteremo altri morti o proteste dei cittadini sulla stampa “rabbia dopo l’ennesimo grave incidente” , noi come sindacato abbiamo il giusto proposito di svolgere un’azione politica laddove certe decisioni incidono direttamente o indirettamente sulla Polizia di Stato e sulla Sicurezza nostra e dei cittadini”.

No comments

*