“Il San Luca invecchia ma i problemi sul parcheggio continuano ad essere i soliti”

0

LUCCA – Ormai il nuovo Ospedale San Luca non è più così nuovo, il tempo passa, ma i problemi rimangono gli stessi per i lavoratori degli appalti, i soliti problemi che si sapevano ancora prima che il nuovo nosocomio prendesse forma e nessuna amministrazione pubblica, ma neppure nessuna forza politica ha pensato bene di intervenire per darci una mano, neppure con un messaggio solidale a questi sfortunati lavoratori.

Umberto Marchi segretario provinciale della Filcams Cgil di Lucca è esasperato per comportamenti menefreghisti in particolare dalla Regione Toscana chiamata più volte in questi mesi ad aprire un tavolo di confronto e invece non ha mai accennato neppure una risposta. Marchi ripropone ancora una volta il problema parcheggio del San Luca, una struttura nuova che non ha tenuto conto di tutte le persone che ci lavorano, o meglio, ha tenuto conto dei dipendenti pubblici, ma non di coloro che con la loro opera fanno funzionare tutta quella parte logistica che per chi è di fuori, crede de poco conto, ma senza questi lavoratori possiamo assicurare che il funzionamento ospedaliero sarebbe davvero a rischio.

Al San Luca, mettiamo a confronto il dipendente pubblico con la sua retribuzione e il dipendente degli appalti con la sua, una differenza sostanziale, una differenza discriminante tra pubblico e privato e che non deve esserci, i lavoratori sono lavoratori, pubblici o privati.

Nel mese di novembre dello scorso anno, proponemmo che un’area del parcheggio posto a nord, del nosocomio, fosse messo a disposizione dei dipendenti pubblici, mancano posti anche a loro e quelli degli appalti che lavorano in pianta stabile al San Luca, nessuna risposta da chicchessia. Eppure continua il sindacalista, per quel parcheggio praticamente sempre vuoto, si deve pagare ugualmente una quota, si paga ma non ci sono auto, allora ci domandiamo perché visto che si deve comunque pagare e che nessuno ha intenzione di parcheggiare in quell’area a pagamento che per un ospedale è carissima, non possa essere presa in considerazione la nostra proposta andando incontro al personale che lavora al San Luca!

Nessuno si fa avanti a cercare soluzioni, il Comune di Lucca è assente ma anche la conferenza dei sindaci non ha mai espresso nessun giudizio a sostegno di un folto gruppo di lavoratori che dovrebbero pagarsi il parcheggio per andare a lavorare anche se non possono permetterselo per le magre retribuzioni, ma anche il direttore generale dell’ASL aveva detto qualcosa sul parcheggio che non condividevamo, ma è uscito di scena senza più fare alcuna proposta, eppure tutti i giorni vede queste persone che hanno problemi.

Il nostro vuole essere un appello alla coscienza conclude Marchi, un appello per cercare di fare qualcosa per queste persone che hanno il diritto di lavorare senza pagare alcun parcheggio nel luogo dove lavorano, riteniamo ci siano le possibilità per trovare soluzioni, basta che ognuno faccia la sua parte, le forze politiche del territorio devono intervenire, dobbiamo trovare soluzioni per questi lavoratori, spesso vengono da noi in ufficio chiedendo aiuto per questa situazione davvero particolare e che neppure doveva essere presa in considerazione dall’inizio.

No comments

*

Abusivismo commerciale, blitz congiunto

FORTE DEI MARMI –  Operazione congiunta fra la polizia municipale, i carabinieri della locale stazione e l’ASL mercoledì mattina in piazza Etterbeek, dove sono stati ...