Immersione fatale, eseguita l’autopsia: tra le ipotesi anche l’avvelanamento

0

GROSSETO – “Restano aperte tutte le ipotesi, anche quella dell’avvelenamento”. Emanuela Turillazzi, il perito incaricato dalla Procura, al termine delle autopsie effettuate sui corpi dei t sub umbri (Gianluca Trevani, 35, Enrico Cioli, 37, e Fabio Giaimo, 57 anni), morti durante un’immersione agli scogli delle Formiche, in provincia di Grosseto (Immersione fatale, tre sub morti).  “Sia la tac che l’esame autoptico non hanno mostrato nulla che dia una risposta certa”, ha aggiunto il perito.  La risposta potrebbe arrivare dallo screening sul sangue. Le indagini proseguono, e si aspettano i risultati degli accertamenti sulla scatola nera ( Sub morti, la Procura chiede la perizia sulla “scatola nera”).

No comments

*