Immigrazione: stabile il numero di stranieri in Toscana dal 2015 a oggi

0

SIENA (di Chiara Bini) – Il numero di migranti in Toscana è stabile da almeno due anni. Questo è il risultato del dossier statistico sull’immigrazione nello scorso anno, presentato pochi giorni fa all’Università per Stranieri di Siena. Rispetto al 2015, infatti, si è verificato un aumento di appena lo 0,2%, attestando il numero di stranieri nel territorio toscano attorno a poco più di 396mila persone. L’incidenza sulla popolazione totale è del 10,9%.

La Toscana dell’Arno, ovvero il territorio che segue l’andamento del fiume e si estende fino all’aretino, è la parte di regione in cui si trova il numero maggiore di stranieri, arrivando a coprire poco più del 62% del totale in Toscana. Attirati dalle maggiori possibilità di trovare lavoro in quelle zone, la crisi degli ultimi anni ha influito sulla scelta di molti di trasferirsi tra Firenze, Prato, Lucca, Pisa e Arezzo, ma il dato è comunque rilevante.

In questa fascia territoriale, la percentuale è rimasta pressoché uguale tra il 2015 e il 2016, mentre è stato registrato un aumento di due punti nella zona di Massa Carrara.

La maggior parte degli stranieri in Toscana si concentra nell’area di Firenze, dove sono state rilevate oltre 128500 persone, seguono Pisa e Prato con circa 30mila, per poi scendere intorno alle 22 mila nel Grossetano.

Tra le più presenti in Toscana, le popolazioni romena, albanese e cinese sono le più numerose un po’ in tutta la regione, mentre nella zona di Siena sono state trovate meno persone proveniente dalla Cina e una forte presenza della comunità kosovara.

No comments

*