Imprese femminili in Toscana: crescita dello 0,8% nel 2016

0

FIRENZE (di Marte Del Nero) – Secondo i dati dell’Osservatorio sull’imprenditoria Femminile, realizzato dall’Ufficio studi di Unioncamere Toscana con l’ausilio del Settore imprenditoria femminile e politiche di genere della Regione Toscana, nel 2016 il numero di imprese “rosa” è aumentato dello 0,8%.

Sebbene le premesse va, però, evidenziato come, rispetto all’anno precedente, le iscrizioni di aziende femminili nella Regione abbiano subito un declino dell’8,3% (in particolare le ditte individuali), un calo che ha superato di molto sia la media nazionale (-1,3%) sia quella delle iscrizioni totali in Toscana (-7,2%).

Cospicue perdite, quindi, nei settori di commercio (-167 iscrizioni rispetto al 2015); agricoltura (-156) e attività industriali (-128).

Buono, invece, il settore credito e assicurazioni, l’unico per il quale si è riscontrato un aumento di iscrizioni femminili (+1,6%).

Tuttavia, come sottolinea Andrea Sereni, Presidente di Unioncamere Toscana:

“Nonostante la frenata registrata in questo ultimo periodo, l’imprenditoria femminile continua a rappresentare una solida realtà, un comparto produttivo a sé stante che ha ben resistito in questo lungo periodo di crisi. E’ per questo che i segnali di vitalità che comunque si intravedono, lasciano ben sperare e confermano la necessità di proseguire negli sforzi volti ad avvicinare le donne al mondo dell’impresa, facilitandone così l’avvio ed il consolidamento delle imprese a conduzione femminile. Certo è che oltre agli aspetti puramente quantitativi, è importante mettere in risalto il contributo anche qualitativo che le imprese femminili offrono all’economia toscana, la loro voglia di affermazione. Sono molte le giovani donne d’impresa toscane che ormai ‘contendono il posto ’ agli uomini in settori solitamente appannaggio della componente maschile. Quello delle attività immobiliari con 5800 imprese per esempio. L’universo dell’impresa al femminile continua dunque ad essere una risorsa straordinaria che, nonostante la frenata, immaginiamo possa mantenere il trend fin qui dimostrato, rimanendo una risposta concreta alle molte giovani donne, creative e intraprendenti, alla ricerca di occupazione”.

A tal proposito è doveroso ricordare come, su un totale di 414.900 imprese registrate in Toscana nel 2016, le aziende “rosa” ammontino a 95.000, rappresentando il 23 % dell’imprenditoria regionale e come il tasso di crescita dell’imprenditoria femminile nel 2016 (+0,8%) abbia superato l’incremento registrato per le imprese non femminili (+0,4%).

No comments

*