In A/1 con 26.000 litri di gasolio di contrabbando

AREZZO – La Polizia Stradale di Arezzo ha denunciato un camionista polacco che stava trasportando gasolio di contrabbando. Due pattuglie della Sottosezione di Battifolle, impegnate nel noto dispositivo a reticolo, lo hanno pizzicato alla guida del mezzo, con il carico coperto da un telone, sull’A/1 prima di Arezzo.

Quel TIR con targa straniera ha insospettito i poliziotti, che hanno deciso di controllarlo. Non appena si sono avvicinati al mezzo hanno subito avvertito un forte odore di carburante, pur se dai documenti di bordo risultava che il mezzo trasportava olio industriale, caricato a Francoforte e diretto a Caserta.

Gli investigatori hanno chiesto spiegazioni all’uomo, di trentasette anni, che ha fatto il vago dicendo di non saperne nulla. Ma i loro sospetti sono stati confermati, poiché è bastato scoperchiare il telone e sono venuti fuori 26 bidoni pieni di gasolio, trasportato in barba all’erario, da immettere sul mercato nero.

Erano 26.000 litri di carburante dal valore di oltre 35.000 euro, sequestrati dalla pattuglia di Battifolle insieme al TIR. Lo scellerato camionista non poteva trasportare il gasolio in quel modo poiché, in caso di incidente, senza le apposite cisterne si rischia di provocare una tragedia. La Polstrada lo ha denunciato per contrabbando e trasporto non autorizzato di materiale infiammabile.