Incappucciati tentano il colpo a Cinemania: colti in flagrante con gli arnesi da scasso

0

LUCCA – 23.30, un residente chiama il 113. “Ci sono due uomini incappucciati”. Scatta l’allarme e la Polizia si dirige sul posto e i malviventi finiscono in manette, presi in flagrante mentre tentavano di scassinare il distributore di bevande del Cinemania sul viale Castracani a Lucca. Diego Giambastiani, 34ennedi Lammari, e Gabriele Paolinelli, 40enne di San Vito, trovati “armati” di scalpello e piede di porco, sono finiti agli arresti domiciliari mentre le indagini della Polizia proseguono .La Squadra Mobile di Lucca, diretta dal Vice Questore aggiunto Virgilio Russo, infatti sospetta che i due siano responsabili di analoghi colpi messi a segno di recente. Collocati ai domiciliari su disposizione del PM di turno, in attesa della direttissima celebrata questa mattina durante la quale sono stati chiesti i termini a difesa. La prossima udienza è stata fissata per il 26 marzo.

Stamani la sezione Narcotici della squadra Mobile della Questura, su invito della preside, ha effettuato i consueti controlli antidroga al Liceo Artistico di via Fillungo, con il cane antidroga Amper del nucleo cinofili della Polizia di Stato di Firenze. Controllati perimetro esterno, spazi comuni, bagni e, durante l’ intervallo, anche le aule, senza trovare alcunché. I controlli periodici continueranno, così come lo scorso anno, fino alla fine dell’ anno scolastico attuale, per prevenire il diffondersi dell’ abuso di stupefacenti tra i giovanissimi ed evitare, attraverso un’ azione squisitamente preventiva ed educativa, di intervenire successivamente con denunce ed arresti.

La sezione reati contro la persona della Squadra Mobile ha invece denunciato un 40enne del morianese per i reati di lesioni personali ed omissione di soccorso. L’ uomo è separato dalla moglie, che da lui aspetta un bimbo; la donna si era recata a casa sua, agli inizi di gennaio, a portargli l’ altro figlio avuto durante la convivenza, per cui erano d’ accordo in tal senso, ovvero il padre lo tenesse per il fine settimana. Sull’ uscio di casa è nata una lite al culmine della quale l’ uomo ha spinto a terra la donna, nonostante il suo stato di gravidanza, per poi richiudere la porta senza soccorrerla. La donna è stata soccorsa dai familiari dell’ ex marito e si è recata in ospedale, dove l’ hanno refertata con alcuni giorni di prognosi per un ematoma alla schiena; per fortuna nessuna conseguenza per la gravidanza. La donna ha successivamente sporto querela in questura; al termine delle indagini la Squadra Mobile ha denunciato l’ uomo per li reati di lesioni ed omissione di soccorso.

No comments

*