Incendio a bordo, ma era una esercitazione

0

LIVORNO – Due motovedette della Guardia Costiera di Livorno, due mezzi nautici con un nucleo di sommozzatori dei Vigili del fuoco del distaccamento porto ed un rimorchiatore portuale antincendio, sono intervenuti questa mattina per un’esercitazione svoltasi nella rada del porto livornese coordinata dalla sala operativa della Capitaneria di porto.
L’impianto operativo dell’esercitazione, prevedeva lo svilupparsi di un incendio a bordo di una motocisterna, con il conseguente intervento, in prima battuta, della squadra di emergenza della nave stessa che, successivamente, lanciava l’allarme alla Guardia costiera. Al termine delle operazioni di spegnimento dell’incendio, riscontrandosi la fuoriuscita di idrocarburi in mare, veniva impiegata, su autorizzazione del Ministero dell’Ambiente, un battello della società Castalia, convenzionata con l’amministrazione per le attività di disinquinamento, al fine di contenere il prodotto con apposite panne e bonificare la zona di mare dal liquido, solo ipoteticamente sversatosi in acqua.
Il bilancio dell’esercitazione è risultato positivo, sia da un punto di vista delle capacità di coordinamento tecnico-operativo dei soggetti pubblici e privati intervenuti sul campo, sia sotto l’aspetto professionale e formativo, per la partecipazione interessata ed attiva dei militari della Guardia costiera provenienti da varie zone d’Italia, frequentatori del “1° Corso specialistico per coordinatore di operazioni per la tutela dei beni ambientali ed archeologici”, ad oggi in fase di svolgimento presso il centro di formazione specialistica del Corpo delle Capitanerie di porto Bruno Gregoretti, a Livorno.

No comments

*