Ingoia la droga e rischia di soffocare, arrestati due pusher tunisini con oltre 30 grammi di eroina

0

PISA – Sono stati Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Pisa ad arrestare in flagranza di spaccio di sostanze stupefacenti, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali, due tunisini, (May M. 34enne) e (Zeidi M. 29enne), entrambi clandestini, senza fissa dimora e pregiudicati per analoghi reati.

I due sono stati intercettati in via Livornese, in località La Vettola, a seguito di una segnalazione di un cittadino che li aveva notati entrare in un giardino di una villetta, spogliarsi e farsi la doccia, per poi allontanarsi come se si fosse trattata di casa loro. All’arrivo dell’equipaggio della Radiomobile, i due nordafricani hanno subito tentato la fuga tra le abitazioni, e una volta raggiunti hanno ingaggiato una furiosa colluttazione con i militari, che con non posa difficoltà sono riusciti a immobilizzarli. Tuttavia uno dei militari è stato ferito e riportato 15 giorni di riposo medico. Nella baruffa, inoltre, uno dei tunisini ha ingoiato alcune dosi di stupefacente rischiando di rimanere soffocato. Pertanto la direzione presa dalla gazzella non è stata quella di rientrare in caserma ma quella del Pronto Soccorso ove sono stati visitati e medicati sia il carabiniere che il tunisino. Il tunisino, poi, è stato trattenuto per diverse ore al fine di stabilizzarlo e ripulirlo dall’ingestione della droga. Durante le perquisizioni personali sono stati rinvenuti 30 grammi di eroina ancora da confezionare e cinque bilancine di precisione. I due, infatti, dalle informazioni raccolte, si è scoperto essere spacciatori girovaghi, pronti a raggiungere l’acquirente a chiamata. Per entrambi si sono spalancate le porte del Carcere come disposto dal Pubblico Ministero di turno, dottor Giaconi.

No comments

*