Ingoia mezz’etto di droga, la GdF arresta l’ovulatore

0

LIVORNO – I finanzieri del Gruppo di Livorno, nel corso di un’attività di servizio finalizzata alla prevenzione e repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti nei pressi della locale stazione ferroviaria, hanno proceduto al controllo di un cittadino extracomunitario. Questi, da poco giunto con il treno proveniente da Napoli, aveva assunto un atteggiamento sospetto attirando l’attenzione dei finanzieri. Intuita la presenza dei militari, l’uomo saliva su un autobus nel tentativo di sottrarsi ad eventuali controlli. Dopo pochi metri veniva fermato e fatto scendere dal mezzo pubblico ed identificato per F.A., tunisino di cinquantatré anni.

L’uomo palesava una crescente agitazione ed accusava un improvviso malore, inducendo i finanzieri a richiedere l’intervento di un’autoambulanza. Una volta giunto presso il locale pronto soccorso, il tunisino tentava di darsi alla fuga aggredendo fisicamente i militari. Immediatamente fermato dai finanzieri, veniva sedato dal personale medico presente e sottoposto ad esame radiografico. Emergeva quindi la presenza di un “corpo estraneo” che l’uomo aveva ingerito e che, recuperato chirurgicamente dopo 2 giorni, è risultato essere un ovulo in plastica contenente circa 50 grammi di “eroina”, certamente destinata ad essere spacciata sulla piazza livornese. Il tunisino è stato tratto in arresto per il reato di traffico di sostanze stupefacenti.

No comments

*