“Inside Cut”, 110.000 pezzi contraffatti sequestrati: un arresto e 12 denunce

0

PISA – Proseguono, le attività dei Finanzieri del Comando Provinciale di Pisa volte alla prevenzione ed al contrasto all’abusivismo commerciale ed alla contraffazione di marchi. L’ultima operazione appena conclusa giorni addietro, sotto la direzione del pm Giovanni Porpora – ha permesso di individurare all’interno di un appartamento in uso ad un cittadino senegalese, una stanza adibita a deposito di prodotti e marchi contraffatti nel numero di circa 7.000 delle più note case di moda, tutti posti sotto sequestro. L’operazione appena conclusa è l’ultima di una lunga serie studiata e posta in essere nell’ambito della più vasta attività denominata “INSIDE CUT”, svolta attraverso una mirata e costante attività d “intelligence” e di controllo del territorio volta ad individuare e reprimere l’introduzione sul mercato cittadino di merce e prodotti illegali, fortemente ribadita ed inserita, nel contesto delle direttive del Comandante Generale della Guardia di Finanza e dei Comitati Provinciali per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, che ha permesso di sequestrare dal mese di ottobre 2016 ad oggi, circa 110.000 prodotti tra capi d’abbigliamento contraffatti, etichette, punzoni/timbri, macchine da cucire, stumenti di precisione e utensili vari nonché smantellare n. 1 deposito e n. 3 laboratori clandestini allestiti in quattro diversi appartamenti al cui interno venivano lavorati e confezionati, in attesa di essere distribuiti sul mercato toscano, capi di abbigliamento riportanti le etichette riproducenti il nome e/o i marchi di note case di moda. L’ingente quantitativo che la Guardia di Finanza ha sottratto al mercarto del faslo avrebbe fruttato circa 500.000,00 euro Sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria 12 soggetti, di cui uno tratto in arresto.

Proseguono le attività e gli sforzi nel delicato comparto operativo.

No comments

*