Jobs act, SEL Toscana in piazza per i diritti e il lavoro

0

FIRENZE – Il voto sul cosiddetto Jobs Act ha segnato un grande punto di rottura. Concedendosi una delega in bianco per mettere mano ai diritti dei lavoratori, il Governo ha rovesciato le responsabilità della crisi. Ha assolto la finanza speculativa, gli imprenditori incapaci, gli evasori incalliti, i politicanti che non conoscono la sofferenza sociale e ha scelto di inchinarsi diktat della troika europea. Ha scelto di addossare ogni colpa a qualche residuo diritto sul lavoro da cancellarsi al più presto, mettendo cinicamente chi ha i diritti contro chi non li ha, nè tantomeno potrà mai godere di ammortizzatori sociali, per i quali non sono state previste né cercate risorse adeguate.
E’ iniziata una battaglia cruciale, in Parlamento e nella società. Una battaglia per i diritti, per la giustizia, per la democrazia. Per combattere questa battaglia militanti, simpatizzanti, amministratori, rappresentanti a tutti i livelli di SEL in Toscana sabato saranno a Roma, insieme alla CGIL. Lavoratori, disoccupati, precari, studenti, pensionati uniti: tutti outsider, nessuno insider, in lotta per costruire un mondo migliore.

Lo afferma il coordinatore regionale toscano di Sinistra Ecologia e Libertà, Giuseppe Brogi.

No comments

*