La corsa più bella del mondo passerà dalla Toscana: torna il mito della Mille Miglia

0

SIENA (di Giacomo Bernardi) – Gli esperti del settore la chiamano la ‘corsa più bella del mondo’, è giunta alla sua 90esima edizione e quest’anno attraverserà buona parte della Toscana. Stiamo parlando della Mille Miglia, la storica manifestazione che ha infiammato e appassionato generazioni di amanti delle auto d’epoca.

L’appuntamento fra ‘la più bella del mondo’ e la Toscana è previsto per il 20 maggio, quando la carovana salirà da Roma e, attraversando le città di Ronciglione, Viterbo e Radicofani, compierà il suo passaggio in Piazza del Campo a Siena, fra il rombo dei motori e uno scenario mozzafiato che attirerà nella città del Palio migliaia di curiosi. Da qui, la Mille Miglia 2017 si dirigerà verso nord, attraversando Montecatini Terme e Pistoia, dove non passava dal 1950. Le roboanti auto lasceranno poi la Toscana valicando gli Appennini lungo il Passo dell’Abetone, che condurrà la corsa verso le pianure di Reggio Emilia e Modena.

Un passaggio, quello della Mille Miglia, che rappresenta per tutta la regione “l’occasione di far parte di un evento dal tangibile ritorno d’immagine a livello internazionale”, è stato evidenziato durante la conferenza di presentazione all’Aci di Pistoia. Tutto il territorio interessato sarà letteralmente invaso da migliaia di curiosi, appassionati e reporter che vedranno sfilare sulle strade nostrane ben 440 auto d’epoca (costruite tra il ’27 e il ’57), oltre ad altri 150 mezzi sportivi che parteciperanno al ‘Ferrari tribute to Mille Miglia’ e al ‘Mercedes-Benz Mille Miglia Challenge’ e saranno guidati da piloti provenienti da ogni parte del mondo.

Del resto, la Mille Miglia non perde mai il suo fascino. Correva l’anno 1927 quando prese il via la prima edizione e dal 1977 la corsa rivive sotto forma di gara per auto d’epoca. Per questa attesissima 90esima edizione, ‘la più bella del mondo’ attraverserà più di duecento comuni, sette regioni e lo stato di San Marino.  “Il collegamento tra i numeri 9 e 0 rappresenta il simbolo dell’infinito, del moto perpetuo su una strada che attraversa idealmente l’Italia  – ha sottolineato al riguardo il presidente dell’Automobile Club di Brescia, Piergiorgio Vittorini, organizzatore dell’evento – La Mille Miglia è un patrimonio di storia e tradizione che l’Italia sfoggia nel mondo. In essa si fondono aspetti molteplici: il valore storico, la capacità di unire gli italiani attorno all’orgoglio della tradizione e la capacità di attrarre nel nostro Paese migliaia di turisti catturati dal fascino della corsa più bella del mondo”.

No comments

*