La Polfer sventa due borseggi, arrestate tre donne alla stazione

0

FIRENZE – Si appostavano fuori dall’ingresso della Stazione di Santa Maria Novella per individuare le proprie vittime tra i turisti appena scesi dal treno. Preda preferita le numerose comitive di visitatori orientali. Mimetizzandosi tra la folla, si accodavano al gruppo di turisti e, coprendo i propri movimenti con una mappa della città o con un foulard, riuscivano a mettere le mani sui portafogli degli ignari turisti. Ma le pattuglie della Polfer in servizio antiborseggio, disposto dal nuovo Comandante del Compartimento Polfer per la Toscana, il Dirigente Superiore della Polizia di Stato Antonio Matteo, osservavano la scena da vicino ed intervenivano ad arrestare tre donne di nazionalità bulgara riuscendo a recuperare la refurtiva.

Tutto questo succedeva nella serata di mercoledì 6 e nel primo pomeriggio di ieri 12 agosto, tra via de’ Cerretani, via Calzaiuoli e Piazza della Stazione. Vittime una giovane turista orientale ed un gruppo di anziani giapponesi.

Nel primo caso, le due borseggiatrici, si avvicinavano alla giovane asiatica mentre era intenta a fare shopping in un negozio e, approfittando della sua distrazione, riuscivano a sfilarle il portafogli dalla borsa per poi dividersi una volta uscite in strada. Il personale della Squadra di P.G. del Compartimento Polfer per la Toscana, che le seguiva già dalla stazione, riusciva ad intercettare una delle due mentre si liberava del borsellino gettandolo tra la merce esposta in un altro negozio, dopo averlo ripulito del denaro contante. La donna, di 34 anni, con numerosi precedenti specifici per furto con destrezza, veniva arrestata e condannata con rito direttissimo a otto mesi di reclusione, con applicazione della misura cautelare dell’obbligo di firma.

Nel pomeriggio di ieri, invece, lo stesso modus operandi ha visto vittime tre anziani giapponesi intenti a fare acquisti in un altro negozio del centro. Due donne, sempre di nazionalità bulgara, iniziavano a seguirli in giro per via Calzaiuoli e trovata l’occasione propizia, mentre una cercava di distrarre la commessa chiedendole informazioni su un capo di abbigliamento, l’altra riusciva ad aprire la cerniera del borsello di uno dei tre e a prelevarne il portafogli. Gli agenti in borghese della Polfer, appostati fuori dal negozio, osservavano la scena attraverso uno specchio e, appena le due borseggiatrici uscivano sulla strada, intervenivano per trarle in arresto. La refurtiva veniva immediatamente restituita all’ignaro turista e le due donne, di 19 e 25 anni, quest’ultima già gravata da precedenti specifici, venivano accompagnate presso le celle di sicurezza in attesa della celebrazione del rito direttissimo.

 

No comments

*