La Provincia sblocca 5 milioni di euro per il pagamento delle imprese

0

LUCCA – La Provincia di Lucca sblocca 5 milioni di euro per il pagamento delle imprese. Una decisione che arriva a seguito della definizione della procedura amministrativa che porterà alla cessione delle azioni Salt e che permette all’ente di Palazzo Ducale di saldare tutte le fatture emesse entro settembre.

«Abbiamo raggiunto un importante e oggettivo risultato – commenta il presidente della Provincia, Stefano Baccelli –: quello di dare all’ente una prospettiva futura, grazie a delle finanze sostanzialmente positive. Per raggiungere questo scopo ci eravamo prefissati tre obiettivi e li abbiamo raggiunti nel corso di questo anno: il primo era il rispetto del Patto di Stabilità; il secondo, appunto, il pagamento delle imprese creditrici e il terzo era il conseguente abbattimento dei mutui bancari, che comporterà una diminuzione delle uscite sulla parte corrente del bilancio».

La cessione del 90 per cento delle azioni Salt, pur garantendo la rappresentanza all’interno della società, fa sì che la Provincia abbia conseguito l’obiettivo di finanza pubblica assegnato all’Ente che permetterà, anche nel 2015, all’amministrazione provinciale di continuare l’opera di valorizzazione e investimento sul territorio.

«A questo – prosegue Baccelli – si affiancano altri due importanti obiettivi: il primo è quello del pagamento per oltre 5 milioni di euro dei crediti alle imprese che non è solo un atto dovuto nei confronti dei creditori, ma è anche un modo per dare respiro all’economia locale in un momento nel quale la crisi economica continua a far sentire i suoi pesanti effetti. Inoltre, sempre in tema di debiti, otteniamo anche l’estinzione anticipata di oltre 6 milioni di euro di mutui, che permetterà all’amministrazione di recuperare a bilancio oltre 700mila euro di parte corrente, da utilizzare per la manutenzione delle strade e delle scuole di nostra competenza».

«Non si deve infine sottovalutare – conclude Baccelli – l’effetto che questa entrata straordinaria avrà sull’avanzo di amministrazione, la cui entità sarà una risorsa importante per il 2015, anno nel quale il bilancio dell’ente sarà afflitto da un ulteriore prelievo, conseguente all’approvazione della Legge di Stabilità».

No comments

*