La Squadra Mobile contro la droga: nei servizi di prevenzione, due finiscono nei guai

0

LIVORNO – Oramai da diversi giorni continuano i servizi di prevenzione – curati dalla Squadra Mobile diretta da Giuseppe Testaì -, volti specificatamente alla repressione dei reati attinenti lo spaccio delle sostanze stupefacenti , in special modo sia davanti ai plessi scolastici che  nelle zone centrali cittadine interessate dal fenomeno.-

Nella mattinata  gli uomini della sezione “Falchi” della Mobile della città labronica,hanno fermato un giovane livornese di soli 16   anni per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Gli agenti hanno notato il ragazzo, G.M. le sue iniziali,  in piazza Attias,  in compagnia di  altri giovani nelle vicinanze del parcheggio sotterraneo  e hanno proceduto al controllo, durante il quale il 16enne ha gettato a terra un involucro in cellophane aperto, contenente 13 pezzi di hashish, come risultato da accertamenti successivi esperiti presso il gabinetto di polizia Scientifica, del peso netto complessivo di 14,6 grammi, prontamente recuperato dagli operatori di polizia. Il ragazzo ha inoltre spontaneamente consegnato la somma  di  200 euro,  suddivisa in due banconote da  50, una da 20, cinque da 10 e sei da  5, estraendola dalla tasca anteriore sinistra della tuta ginnica, contenuta insieme al documento di identità in un portadocumenti in plastica trasparente probabilmente provenienti dall’attività di spaccio.

Durante la successiva perquisizione personale effettuata in Questura,  nella tasca dei pantaloni gli veniva trovato un panetto di hashish del peso di circa 100 grammi.

Il giovane minorenne livornese è stato quindi indagato in stato di libertà per il reato di detenzione ai fini di spaccio

I servizi di controllo sono poi proseguiti e lo stesso personale della Squadra Mobile ha controllato un giovane 29enne  sul viale Marconi. Fermato appena uscito dal portone di un abitazione è stato trovato in possesso di una piccola quantita, due grammi di hashish, che riferiva di aver appena acquistata nell’appartamento del palazzo da cui proveniva. Gli operatori  portatisi  nell’appartamento indicato dal 29enne , ci hanno trovato  C.M., 24enne, e dalla perquisizione sono saltati fuori oltre 10 grammi di droga, un bilancino di precisione, materiale per il confezionamento delle dosi e soldi in contanti.  Per C.M. è scattata la denuncia a piede libero, per l’acquirente la segnalazione al Prefetto.

 

 

No comments