Ladro e spacciatore: trovato con 80 grammi di eroina finisce in cella

0

PISA – Era già stato fermato nella serata del 30 settembre scorso, nell’ambito dei servizi disposti per l’accompagnamento di 15 maghrebini al C.I.E. di Trapani con un volo speciale dell’Aeronautica Militare, partito dall’aeroporto di Pisa . Suraj Thapa Kafle Magar, nepalese di 28 anni, non passa inosservato. Piccolo, magro, dai tratti asiatici, vestito di nero con cappellino da baseball. Inoltre non capita tutti i giorni di fermare un cittadino di nazionalità nepalese. Tuttavia era stato rilasciato perché al momento non espellibile. Qualche giorno dopo il dirigente della volanti, Commissario Capo Luigi Schettino, nell’esaminare e le denunce presentate si imbatteva in un furto aggravato commesso nel parcheggio del centro commerciale “Pisanova”.

La narrazione dei fatti, da parte della vittima, faceva balzare agli occhi del dirigente la descrizione dell’autore del fatto, che richiamava alla mente il nepalese. A quel punto, sfruttando il fotosegnalamento del 30 settembre, partiva un’indagine che portava al riconoscimento fotografico da parte della vittima, la quale asseriva senza ombra di dubbio che l’autore del furto aggravato era il nepalese, fatto per il quale si provvedeva a denunciarlo. L’indagine si allargava poi ad altri furti, per i quali la descrizione dell’autore riconduceva comunque a un soggetto dai tratti asiatici e per i quali sono ancora in corso accertamenti. A quel punto però, benché identificato,  l’autore dei reati rimaneva ancora a piede libero. La consapevolezza di trovarsi di fronte a un potenziale criminale seriale ha fatto scattare serrate ricerche da parte delle Volanti,  che nella giornata di ieri,  hanno portato i risultati sperati. Nel corso di una perlustrazione nei pressi del supermercato “Eurospin” di Pisa veniva finalmente avvistato il nepalese. Un breve ma concitato inseguimento ha poi permesso agli agenti delle volanti di acciuffarlo. L’operazione si è rivelata più proficua del previsto in quanto  all’esito della perquisizione personale sul nepalese venivano trovati  circa 80 grammi di eroina, che ne hanno rivelato la sua natura di spacciatore oltre che di ladro. Sono stati sequestrati anche due bilancine di precisione, 245 euro e ben 4 cellulari. Lo spacciatore è stato quindi associato alla Casa Circondariale “Don Bosco” di Pisa, così come disposto dal P.M. di turno, il dottor Giaconi.

No comments

*