Ladro itinerante arrestato dai Carabinieri

0

PISA – Nel corso della nottata odierna i militari della Stazione di Pisa Porta a Mare hanno tratto in arresto in flagranza dei reati di furto aggravato Sadiku S. di 43 anni, Kossovaro, in Italia senza fissa dimora, nullafacente, pregiudicato.

L’uomo, alle precedenti ore 01.20 circa, in via Quarantola, in evidente stato di ebbrezza alcoolica, veniva rincorso a piedi e bloccato da una pattuglia della Stazione mentre tentava di darsi alla fuga dopo aver perpetrato un furto all’interno di carrozzeria corrente nella predetta via. L’allarme veniva dato dal proprietario della carrozzeria che rientrando a casa – l’abitazione è adiacente alla carrozzeria – si accorgeva della forzatura della saracinesca dell’attività e richiedeva l’intervento dei carabinieri tramite 112. Poco dopo sopraggiungeva la pattuglia dei militari che individuava il soggetto che vistosi scoperto si dava a precipitosa fuga a piedi. Ne scaturiva un classico inseguimento a piedi, al termine del quale i carabinieri riuscivano a bloccarlo. Veniva recuperata. Purtroppo nelle concitate fasi della cattura, nello scavalcare un muretto di recinzione costeggiante l’adiacente sedime ferroviario, parte del muretto cedeva crollando sulla gamba sinistra di uno dei militari inseguitori. Trasportato presso il locale ospedale di Cisanello veniva riscontrato affetto da una frattura della tibia, ricoverato e sottoposto ad intervento chirurgico. L’intera refurtiva consistente in una macchina fotografica, un binocolo e quattro telefoni cellulari veniva recuperata e restituita all’avente diritto. L’arrestato sarà processato con rito direttissimo nella mattinata odierna, come disposto dall’Autorità Giudiziaria. Dagli accertamenti il Kossovaro originario di Mitrovica Sud, emigrato dal suo paese più di venti anni fa, ha dimorato per lungo tempo in Germania, Olanda e Spagna, per poi giungere in Italia dove nel levante ligure è stato più volte arrestato e anche condannato per furti.

Sempre nella giornata di ieri, altri 6 rumeni senza fissa dimora sono stati denunciati per invasione di terreni e furto di energia elettrica a San Giuliano Terme dai Carabinieri della locale Stazione. I militari sono intervenuti in un casolare in disuso di proprietà privata occupato abusivamente dai sei rumeni, che si erano allacciati abusivamente alla corrente attraverso un filo collegato a un adiacente palo dell’ENEL. Tre dei soggetti denunciati erano stati arrestati appena una settimana prima dai Carabinieri di Pisa perché sorpresi a rubare cavi di rame in una ditta di Ospedaletto.

No comments

*