Ladro sacrilego messo alle strette dai Carabinieri confessa: aveva rubato una Madonna

0

LUCCA – ( di Letizia Tassinari ) – Il ladro sacrilego, messo alle strette dai Carabinieri dopo il furto avvenuto la notte del 18 aprile del quadro della Madonna dalla chiesa di Tempagnano, assieme ad altri oggetti sacri, si è pentito e ha confessato. L’uomo, noto alle Forze dell’Ordine, antiquario poco più che 50enne, con una piccola bottega in centro, è stato denunciato questa mattina per furto. I militari dell’Arma di Lucca, sicuri che l’autore del colpo fosse lui, in città si rincorrevano le voci della vendita scontata del “pezzo sacro” risalente al ‘700, scesa da 10mila uero e circa 3mila, hanno prima cercato di contattarlo telefonicamente fingendosi interessati all’acquisto poi si sono qualificati e il ladro ha confermato il furto. Il quadro, recuperato alla vigilia della festa dell’Immacolata, tornerà in Chiesa, per la felicità dei fedeli, e del parroco, proprio nel mese di maggio, sacro a Maria.

No comments

*