Lancio fatale, muore un parà a Tassignano

0

TASSIGNANO – ( di Letizia Tassinari ) – Un lancio fatale, finito in tragedia. Il giovane paracadutista, Fabio Comini, Caporalmaggiore di 26 anni appena compiuti, in forza al IV Reggimento Alpini di stanza a Verona, in addestramento alla Folgore di Pisa, è morto durante una esercitzione all’aeroporto di Tassignano. Precipitato al suolo, vicino alla pista, in un boschetto. Vano ogni tentativo di soccorso, nonostante il tempestivo arrivo del 118 e dei Vigili del Fuoco. Sul posto anche i Carabinieri della Stazione di Capannori, con lo stesso Pubblico Ministero Aldo Ingangi, che ha già aperto un fascicolo di inchiesta. Da quanto ricostruito la vela principale non si sarebbe aperta, e il parà avrebbe cercato di azionare quella di emergenza. Purtroppo invano. Quarto a lanciarsi dall’aereo, un Pilatus Pc 6,  in una esercitazione di caduta libera del Capar di Pisa, ha perso la vita tragicamente in una mattina di sole. Da parte dell’Esercito è già iniziata una indagine interna. Il giovane, al suo dodicesimo lancio, è morto sul colpo, dopo uno schianto da circa 1300 metri.

No comments

*