Lavarone , Staccioli (FdI): “La Regione prenda misure definitive”

0

“Come ogni anno il lavarone si ripresenta senza che si sia trovata una soluzione stabile ed efficace che, intervenendo sia a monte che nella pulizia, permetta una rapida risoluzione del problema; il governatore Rossi promise di organizzare un tavolo ad hoc all’inizio del 2014 con i soggetti interessati per studiare soluzioni funzionali, ma non se ne è fatto di nulla”, esordisce così la consigliera regionale di Fratelli d’Italia Marina Staccioli, che a Firenze ha più volte sollevato la problematica in sede di consiglio.

“Lo scorso anno il consiglio approvò all’unanimità una mia mozione dove si chiedeva un intervento sulla normativa nazionale per quanto riguarda lo smaltimento, a monte, delle puliture degli alvei effettuate dai Consorzi di Bonifica, che trattandosi di rifiuti speciali non possono asportare quanto tagliato, tutto materiale che alla prima, forte pioggia viene trascinato giù fino in mare, e quindi sulle spiagge – spiega la consigliera – era compito dell’Assessore Bramerini occuparsi di portare a Roma la questione, ma non si sono avute più notizie in merito”.

“Domani ci sarà un nuovo tavolo tecnico in Regione tra categorie e Giunta, la questione lavarone stanti i cambiamenti climatici, sta assumendo una sorta di regolarità di frequenza che ne impone una visione diversa da quella finora vista di eccezionalità – afferma Staccioli – senza contare poi la questione erosione, finora affrontata in modo totalmente disastroso, basti pensare ai famosi geotubi, al loro costo e alla fine che hanno fatto. Anche in questo caso serve una progettualità migliore, più funzionale alla risoluzione del problema e che non costituisca spreco di denaro pubblico, come il rinascimento delle spiagge con la sabbia del Po”.

No comments

* VERIFICA SCRIVI I CARATTERI CHE VEDI NELL'IMMAGINE SOPRA